Mar. Mag 26th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Capua. Lavoratori del Cira in stato di agitazione, Zinzi interroga la Giunta regionale

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA
Gianpiero Zinzi

CAPUA. Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha presentato un’interrogazione scritta alla Giunta regionale avente ad oggetto “Stato di agitazione proclamato dai lavoratori del CIRA (Capua)”.

L’interrogazione muove dalle forti preoccupazioni manifestate dai dipendenti del Centro Italiano Ricerche Aerospaziali che in un documento hanno denunciato “l’assolutamancanza di garanzie sulla sostenibilità economica già nel breve periodo e l’assenza di una chiara e credibile visione strategica di medio-lungo periodo, che coniughi obiettivi sfidanti e sostenibilità economico-finanziaria”.

“Il Cira – ha spiegato Zinzi – è un centro di eccellenza campano riconosciuto a livello mondiale, merito anche e soprattutto delle indiscusse professionalità che vi lavorano e che vanno tutelate. La Giunta dia un segnale contribuendo ad invertire la tendenza attualmente negativa che, se confermata, potrebbe portare alla crisi del Centro ed avere ripercussioni notevoli sull’intero territorio”.

Nel testo il consigliere interroga la Giunta regionale per sapere “quali siano i suoi intendimenti visti i gravi rischi di default finanziario palesati dalla Corte e paventati dai rappresentanti dei lavoratori del CIRA, e quale azione abbia posto in essere la Regione attraverso il proprio rappresentante in Consiglio di Amministrazione”.

Leggi anche:

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close