• Mer. Ott 27th, 2021

Capua. Un viaggio tra agricoltura e fertilità in Terra di Lavoro

DiThomas Scalera

Ott 15, 2015

6015672721_73af66e820_b

CAPUA. Oggi, 15 ottobre, “Il Premio Siti Reali per la #DietaMediterranea. Patrimoni dell’umanità in Campania tra arte, archeologia, ruralità e imprese” dedicato alla Dieta Mediterranea e inserito nel cartellone di eventi dell’Expo in Campania, parte il terzo appuntamento dell’inteso mese di eventi, degustazioni e itinerari di visita culturali a Caserta e nella sua provincia.
In collaborazione con il Centro Unesco Caserta, “Il Premio Siti Reali per la #DietaMediterranea” dedica tre giorni al Viaggio tra agricoltura e fertilità in Terra di Lavoro che faranno tappa presso il Dipartimento di Scienze Politiche “Jean Monnet” della Seconda Università degli studi di Napoli (15 ottobre), l’Istituto superiore “G.Ferraris” (16 ottobre) e si concluderanno domenica 18 ottobre con uno speciale itinerario a Sant’Angelo in Formis e al Museo Campano di Capua.
Dopo la presentazione del progetto all’EXPO di Milano lo scorso 22 luglio, ha preso avvio la manifestazione Il Premio Siti Reali per la #DietaMediterranea, quattro weekend di incontri e itinerari tra cibo, arte, archeologia, scienza ed eventi che si svolgono dal 25 settembre al 25 ottobre 2015 e sono incentrati intorno ai maggiori monumenti della Campania, come le Residenze Borboniche di Portici, Caserta e Carditello, gli scavi di Pompei, il Belvedere di San Leucio, il Sito Reale di Capodimonte, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e il Complesso Monumentale di S. Domenico Maggiore di Napoli.
Il progetto, promosso dall’Associazione Onlus “Siti Reali”, Campania Bonifiche e Compagnia della Qualità, vuole connettere in maniera permanente il tema della Dieta Mediterranea e i suoi prodotti agro-alimentari con le realtà socio-scientifiche, istituzionali e produttive del Sud Italia e con i complessi culturali, artistici e archeologici del Mezzogiorno attraverso la creazione di un grande itinerario tematico e territoriale di portata mondiale, anche in un’ottica di migliore valorizzazione del sistema dei siti UNESCO della Campania e del Sud Italia.
Sessione 1. Percorsi nella Dieta Mediterranea per ogni fine settimana, un appuntamento dedicato alla Dieta Mediterranea con spazi di confronto, dibattito e degustazioni e un secondo appuntamento rivolto agli itinerari di visita nei siti patrimonio dell’umanità.
AGRICOLTURA e ARCHEOLOGIA (in collaborazione con Dipartimento di Agraria, Università degli Studi di Napoli “Federico II”)
venerdì 25 settembre presentazione volume “I napoletani da mangiafoglie a mangiamaccheroni” di Emilio SERENI, Sala Cinese, Reggia di Portici (ore 16) domenica 27 settembre itinerario “Come mangiavano gli antichi. A spasso nel tempo a Pompei tra tradizioni alimentari, antiche ricette e opere pittoriche” presso gli Scavi di Pompei (ore 10:30)

AGRICOLTURA URBANA
venerdì 9 ottobre “Capodimonte per Expo, artigiani del gusto e il futuro agricolo delle colline di Napoli” in collaborazione con il Comune di Napoli, Biblioteca Istituto “Giovanni CASELLI” [ore 10] domenica 11 ottobre itinerario “Oltre il Museo. Passeggiata tra arte, natura e alimentazione a Capodimonte”, Real Sito di Capodimonte, ingresso Parco di Capodimonte ‘Porta Piccola’, via Miano 2 [ore 10:30]
Sessione 2. Festival della Dieta Mediterranea (in collaborazione con il Comune di Napoli)
dal 22 al 25 ottobre presso il Complesso Monumentale di S. Domenico Maggiore a Napoli. Durante il Festival saranno approfonditi i temi legati ai territori regionali della dieta mediterranea.
sabato 24 ottobre si svolgerà la Cerimonia dei Premi Afan de Rivera e Siti Reali, per l’assegnazione delle rispettive borse di studio rivolte a giovani studenti del Sud Italia e consegnare i riconoscimenti ad alcune personalità e realtà di eccellenza che si sono distinte per l’impegno profuso a favore della Dieta Mediterranea. Nei quattro giorni del Festival della Dieta Mediterranea si svolgeranno parallelamente incontri, convegni e workshop tematici, racconti e letture di gusto, allestimenti, esposizione e stand di prodotti tipici campani e ancora itinerari di visita nel centro storico di Napoli, patrimonio Unesco dal 1995. Alcune di queste attività coinvolgeranno anche gli studenti delle scuole di Napoli e della Campania.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru