• Lun. Ott 18th, 2021

Carinola. Cleprin, inaugurata la nuova sede dell'azienda distrutta da un rogo doloso

DiThomas Scalera

Mar 20, 2017

CARINOLA. E’ stata inaugurata oggi a Carinola (Caserta) la nuova sede della Cleprin, azienda di detergenti ecocompatibili degli imprenditori Antonio Picascia e Franco Beneduce, che negli anni scorsi più volte hanno denunciato, fatto arrestare e condannare gli estorsori del clan della zona.
L’azienda, nel luglio 2015, quando era nella vecchia sede ubicata nella frazione Maiano di Sessa, fu oggetto di un rogo doloso che la distrusse quasi totalmente. I due titolari qualche giorno dopo la riaprirono parzialmente; dopo poche settimane ricevettero inoltre una lettera minatoria, e fu loro assegnata una scorta, che fu revocata dopo pochi mesi nel febbraio 2016.
“Quando fu incendiata l’azienda – dice Picascia – facemmo una bella risata perché non volevamo darla vinta alla camorra, oggi però mi viene da piangere – prosegue emozionato – per il grande risultato conseguito grazie soprattutto alla rete di coop, associazioni e comitati che fa capo a Libera. Loro non ci hanno mai lasciati soli. E oggi possiamo dire che la camorra ha perso e il lavoro ha vinto”.
Un risultato che i due titolari della Cleprin hanno raggiunto senza l’aiuto dello Stato, sebbene oggi fosse presente un rappresentante delle istituzioni, il vice-presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Luigi Gaetti (Movimento Cinque Stelle).
“E’ un giorno importante – ha detto il senatore grillino – perché dà speranza ad un territorio e a tanti imprenditori che lavorano secondo le regole. Noi come Commissione stiamo facendo il nostro dovere, emanando risoluzioni e facendo proposte di legge, come quella che distingue tra collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia, ma spetta alle istituzioni territoriali, in primis le prefetture, fare di più”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru