Antica Terra di LavorocasagioveNewsPolitica

Casagiove, al via il “toto-nomi” degli assessori esterni per la futura Giunta cittadina

Comes, e De Simone saranno i primi assessori esterni

Attesa ancora per il terzo nome esterno

CASAGIOVE. Restano alcuni nodi da sciogliere ancora sul criterio degli “esterni”, ma iniziano a circolare le voci sulle figure «adatte» a ricoprire alcuni assessorati.

Il momento di svolta è già fissato. Domani pomeriggio il primo Consiglio comunale di Casagiove sancirà la conclusione dei giochi e  si ritroveranno nuovamente i nuovi consiglieri di maggioranza e minoranza attorno ad un tavolo per conoscere  le nuove  figure adatte ad incarnare un progetto di «rinnovamento» che non può prescindere più dal metodo. Il metodo è quello della discontinuità del passato ed infernale metodo confusionario della vecchia amministrazione politica.  I primi due assessori esterni della nuova maggioranza di Giuseppe Vozza sono: Giuseppe De Simone colonello dell’Esercito militare italiano e la mente politica del movimento civico ‘Casagiove Coraggiosa’ Carlo Comes.  

Nella costruzione della Giunta quindi è stata avviata la linea programmatica della rifondazione di Vozza, anzi il movimento con questa scelta vuole sin da subito agevolare il dialogo con la realtà cittadina, dando la possibilità ai cittadini di Casagiove di conoscere la nuova agognata <<giunta di alto profilo che vedrà anche la scelta ponderata ed effettiva  sui candidati  eletti nella lista di Vozza per il nuovo  Consiglio comunale>>. Mistero ancora sul terzo nome che andrà a comporre la squadra degli assessori esterni, un mistero che sarà svelato soltanto domani. Dopo il verdetto delle urne, domani Vozza  sarà proclamato sindaco e diventerà ufficialmente il  primo cittadino di Casagiove. I problemi che troverà sulla scrivania non sono pochi né di poco conto, in una città che viene da  un commissariamento e che come tutto il resto del Paese sta affrontando un’emergenza sanitaria senza precedenti. Per ripartire la ricetta del nuovo sindaco è quella annunciata nella campagna elettorale: dialogo con tutte le realtà associative e politiche augurandosi anche una piccola apertura dalla minoranza  e un “patto civico” per scrivere una nuova pagina di storia locale per l’ente comunale di via Jovara.

Grazie ai voti dei cittadini di Casagiove  siamo in attesa  di apprezzare la nuova proposta che nascerà  di governo e accordare  la fiducia dei cittadini a un programma innovativo, per far ripartire la città e girare pagina dopo il bruttissimo incubo amministrativo  che ci lasciamo alle spalle – ci auguriamo quindi che la scelta di  Comes sia concreta ed utile per la collettività cittadina -Casagiove merita ora una gratitudine, quella verso chi ha creduto alla proposta di Vozza, che dovrà andare  di pari passo con la responsabilità che sentono i nuovi amministratori, perché si sa  bene che da domani  dovranno  cominciare a restituire con il loro lavoro la fiducia ricevuta dagli elettori per realizzare il loro  programma»

La volontà di governare con la comunità significa ascoltare tutti – Casagiove Coraggiosa ha corso bene -. Ha corso con una strategica concretezza  in campagna elettorale che oggi bisogna ancora realmente scoprire, questo compito spetta ora ai cittadini che hanno scelto per amministrare la città  Giuseppe Vozza e la sua squadra.  Ora non ci importa di capire  la demagogia filosofica della politica territoriale, bisogna ribadire a tutte le forze politiche che il dialogo per la nostra città da domani  sarà validamente prioritario  e che dovrà  coinvolgere tutti, anche chi è fuori dai giochi nella formazione operativa della Giunta consiliare, nella logica di quel “patto civico” che la lista ha sempre proposto nei giorni della campagna elettorale, ci auguriamo che ci sia la voglia davvero con la scelta di  Carlo Comes ad assessore esterno di dare una strategia assoluta al rilancio territoriale, la filosofia politica dovrà cedere il passo alla creazione dello sviluppo, solo così si potrà  concludere il nostro discorso, speriamo quindi  che i fatti, ma soprattutto l’operatività politica possano prendere il sopravvento sulle parole della demagogia politica filosofica che per anni è stata licenziosa nella città di Casagiove. L’aspetto che non dovrà mai  mancare tra le forze politiche, lo ripetiamo ancora sarà una apertura totale di un canale di dialogo e confronto che dovrà servire anche alla classe politica cittadina per ripartire,  la speranza che i partiti ed i movimenti locali di centro-destra e centro-sinistra  possano tornare ancora a recitare un ruolo importante, ci auguriamo che ci sia quindi la forza innovativa per cominciare a scrivere una nuova pagina anche economica, sociale, ambientale  e culturale nella storia di Casagiove. Conclusa la campagna elettorale è arrivato il momento di affrontare i problemi della città, a cominciare da quelli sociali ed economici che l’emergenza pandemica ha posto e porrà ancora fino alla fine dell’emergenza sanitaria.  Per farlo nel migliore dei modi servirà anche  il contributo di tutti, di chi dalle urne è uscito vincitore come di chi ha perso, perché Casagiove deve essere la città di tutti i casagiovesi».

«L’ultimo aspetto  che vogliamo evidenziare  è quello dei giovani  che hanno  supportato nella campagna elettorale, il movimento politico di Vozza –.  Questa è una delle note più positive dell’esperienza appena conclusa, per aver avvicinato tante persone alla politica vera e creato un gruppo nuovo nel centro sinistra casagiovese  che costituirà una risorsa per la città negli anni a venire. Casagiove ha cambiato. Ma per cambare davvero ora ci vogliono i fatti non le parole>>.

 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.