• Mar. Ott 19th, 2021

Casagiove. Arrivano le piantine forestali dalla Regione, D’Angelo perlustra le zone da riqualificare

DiThomas Scalera

Feb 16, 2017

CASAGIOVE. Gli “spazi verdi sono una risorsa importante per la salute urbana” come ci illustrano le numerose ricerche scientifiche sul tema della relazione delle aree verdi nei sistemi insediativi per lo stato di salute della popolazione. Ad affermare l’importanza di questo concetto è il vicesindaco ed assessore ai Lavori pubblici ed all’Urbanistica del Comune di Casagiove Danilo D’Angelo. Gli spazi verdi verranno trattati attraverso le fonti di monitoraggio che permetteranno la crescita del verde, proprio per questa motivazione arriveranno sul nostro territorio delle piantine forestali che verranno interrate in diverse zone della città. Promuovere interventi di questo tipo è essenziale per favorire uno stile non sedentario, ma consentiremo alle persone di rafforzare le relazioni con il verde, eliminando ogni impatto negativo dell’inquinamento per il territorio. Addirittura, la presenza di queste piantine potrà rendere sana la durata di vita dei nostri cittadini potremo garantire benessere per i più piccini, e per gli anziani. Il vicesindaco Danilo D’Angelo si è recato negli uffici regionali per sollecitare l’invio degli alberi in maniera gratuita, questa mattina c’è stato il sopralluogo con la polizia municipale della città per decidere le zone dove intervenire. Il dirigente della Regione Campania, dott. Parente, ha mandato a Casagiove un funzionario dell’Ufficio Uod17, che insieme al vicesindaco, al comandante della polizia municipale Nicola Altiero e al vigile urbano Sibillo hanno effettuato un giro di perlustrazione per Casagiove stabilendo le aree dove interrare le piante. Tra gli interventi decisi: la zona del mercato la 167, il rione Santa Caterina, viale Trieste, via Quartier Nuovo, viale Europa, la scuola Caruso, il primo tratto di viale della Libertà e la piazzetta di via Roma. Il Vicesindaco D’Angelo ‘ha definito questo progetto” un passo importante per lo sviluppo sostenibile delle città di Casagiove con questa iniziativa mi batterò per diffondere la cultura del verde”. L’obiettivo è infatti quello di conservare, ampliare e migliorare la dotazione arborea della città. “Con questo provvedimento miriamo a tutelare il verde cittadino – spiega il Vicesindaco – e al tempo stesso, vorremmo rendere la nostra città vivibile, per fare questo ci impegneremo a ridurre totalmente l’inquinamento cittadino. Si tratta di un intervento a cui tengo tanto – dichiara l’assessore D’Angelo -. Mi sono attivato con determinazione con la Regione Campania affinché anche il Comune di Casagiove potesse ricevere in maniera gratuita le piante, l’obiettivo della nostra amministrazione è stato sempre quello di favorire lo sviluppo del verde pubblico e questo intervento ci consentirà di abbellire la città ma anche di cambiare radicalmente l’aria, sappiamo infatti che piantare un albero aiuta a combattere l’inquinamento e noi pensiamo alla salute dei nostri concittadini”. Finalmente potremo curare il nostro verde. Voglio ricordare conclude D’Angelo che il verde rappresenta un bene comune, troppo spesso dimenticato, da la situazione cambia, l’ente comunale di via Jovara lavorerà per rendere Casagiove una delle bellezze naturali di “Terra di Lavoro” da riscoprire e tutelare con maggior impegno”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru