• Lun. Ott 18th, 2021

Casagiove. Brutta sorpresa per il consigliere comunale Caiazza: derubata la sua casa

DiThomas Scalera

Gen 30, 2017


CASAGIOVE. La microcriminalità mette a segno un nuovo colpo a Casagiove. Ieri sera, dopo il successo ottenuto al Teatro Izzo di Caserta con lo spettacolo teatrale “Mio Cugino Roberto”, il consigliere comunale con delega alla cultura Gennaro Caiazza si è trovato davanti ai suoi occhi una brutta sorpresa al rientro dopo lo spettacolo nella sua abitazione. Balordi criminali hanno derubato la sua casa portando via tutto quello che c’era all’interno. Un furto riuscito alla grande senza nessun problema, i ladri sono entrati in piena operatività criminale nella prima serata di ieri colpendo con destrezza l’abitazione del consigliere con delega alla cultura nel rione Coccagna. Il consigliere comunale di Casagiove vittima dei ladri, ha dichiarato tutta la sua amarezza, ed il suo dissenso denunciando l’accaduto di ieri con un post su facebook: “- Non pensavo certo che i ladri colpissero di domenica (29 gennaio) ma soprattutto entrassero in azione nella prima serata di ieri. In casa nessuno dei miei componenti della mia famiglia c’era. Eppure è andata proprio così”. Tanti i messaggi di solidarietà dei casagiovesi verso la famiglia Caiazza. I ladri afferma il consigliere comunale con delega alla cultura si sono portati tutto quello che c’era, con questo furto sono stati distrutti completamente tutti i sacrifici miei e di mia moglie. Non hanno esitato a distruggere tutto: cassetti, mobili, armadi e vestiti. “E’ stato davvero triste” spiega il consigliere dopo che i carabinieri hanno effettuato il sopralluogo. Il consigliere ha denunciato l’accaduto ai militari dell’Arma dei carabinieri che contemporaneamente hanno certificato contestualmente che anche il padre di Gennaro Caiazza fu anche lui vittima di un furto nella propria abitazione. Il furto di ieri sera va ad allungare la schiera degli episodi delinquenziali in città, ricordiamo: la rapina all’attività “Future Games” di Casagiove, ed il pedinamento alla giovane ragazza sanprischese nelle strade del centro storico della città. La ragazza ha segnalato sui canali social di essere stata pedinata sabato sera da una Citroen (C3) guidata da due tipi strani, la ragazza grazie alla sua astuzia è riuscita completamente poi a seminare l’auto, rientrando sana e salva nella sua abitazione di San Prisco. Un colpo programmato in piena regola, i delinquenti avevano da tempo puntato l’abitazione del consigliere, anche la scelta del giorno è stata organizzata con decisione. Infatti i ladri avevano previsto che il consigliere ed proprietario dell’abitazione dalle 19.00 era impegnato con la sua compagnia teatrale “Principio Attivo” sul palco del Teatro Izzo di Caserta per la messa in scena del suo spettacolo teatrale. Quindi certi della sua assenza i ladri hanno fatto irruzione portando via oggetti preziosi, contanti, vestiti, ed altro ancora, procurando poi numerosi danni all’interno della abitazione. Il raid nella casa del consigliere con delega alla cultura Gennaro Caiazza, è l’ultimo episodio di una serie di avvenimenti delinquenziali che sono accaduti in città. La paura è tanta, la nostra Casagiove con il centro storico deve tornare ad essere valorizzata insieme a tutti i suoi quartieri, il fenomeno della delinquenza esiste purtroppo, ed è necessaria un’attività di sorveglianza maggiore, questo risultato potrà accadere se oltre alla collaborazione tra cittadini, istituzioni, e forze dell’ordine ci saranno interventi più forti per migliorare la sicurezza pubblica. Bisogna mettere in campo, già da adesso tutte le azioni disponibili, magari partendo con il definitivo potenziamento del sistema di videosorveglianza della telecamere nelle strade del centro storico di Casagiove.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru