Ven. Ott 18th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Casagiove. Case a “luci rosse”: tra gli indagati il nonno di Fortuna Loffredo

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

CASAGIOVE. Non si fermano le indagini investigative dei militari dell’Arma dei carabinieri sulla cellula che gestiva il giro illegale  della prostituzione con base di partenza a Casagiove. Purtroppo dalle prime dinamiche investigative risulta essere coinvolto anche il nonno della povera fanciulla Fortuna Loffredo la piccina di 6 anni morta all’interno del parco Verde di Caivano. La piccola subi abusi sessuali e morì  per mano dell’orco assassino  il 24 giugno del 2014. La piccola venne scaraventata brutalmente dopo l’abuso sessuale,  dall’ottavo piano del palazzo dove abitava con la sua famiglia. I carabinieri hanno notificato ieri  alle tre  persone coinvolte due arresti domiciliari, e un’obbligo di dimora. I tre sono accusati di essere i fondatori della cellula che gestiva tramite il web il losco  giro di prostituzione nella provincia di Caserta. Il nonno di Fortuna si interessava prevalentemente alla  gestione degli appartamenti, degli approvvigionamenti e di accompagnare le ragazze nei loro spostamenti. Antonietta Zuppa era la mente della cellula.  Lei riusciva ad individuare le abitazioni che venivano trasformate operativamente  in case di appuntamento, faceva intestare i contratti d’affitto a prestanome  e poi li subaffittava a prostitute e trans a prezzi notevolmente alti. Il Romano, infine, si occupava di contattare i clienti attraverso annunci a pagamento sul web, in particolare sul sito internet “bakekaincontri”. I carabinieri gli hanno sequestrato  durante l’arresto diverse carte Postepay a lui intestate. Ognuno di loro aveva un compito ben preciso, ed agiva secondo le proprie responsabilità affidatarie. L’indagine investigativa è partita nel mese di gennaio, dopo una perquisizione avvenuta  nella casa principale di Casagiove. Gli altri territori coinvolti erano Caserta, San Nicola la Strada, Casapulla. In queste città venivano individuati gli appartamenti da prendere in affitto.

L’Aniep e la Rete delle Associazioni Territoriali, scendono in campo per lo sviluppo cittadino

Casagiove: Cimitero, a breve partiranno i lavori di recupero e restauro del complesso

Open