Antica Terra di LavorocasagioveCasertaNewsScuola

Casagiove. L’Arcobaleno delle Parole, l’Istituto Mater Amabilis promuovono un concorso per gli studenti della provincia di Caserta

Gli studenti di età compresa tra 3 e 14 anni, possono scegliere di aderire liberamente all’iniziativa

Bellissima iniziativa, si attendono numerosi studenti

CASAGIOVE. L’ARCOBALENO DELLE PAROLE, L’IST. MATER AMABILIS PROMUOVE UN CONCORSO PER GLI STUDENTI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 

Nonostante la chiusura delle scuole a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, la Biblioteca dell’Istituto Mater Amabilis di Casagiove guidata dalle Suore degli Angeli, in collaborazione con l’associazione MineCreative e in rete con la Biblioteca Universitaria di Napoli, l’Archivio Storico Diocesano di Caserta, la Pro Loco di Casagiove “Michele Santoro”, la Biblioteca del Dipartimento di Diritto Romano, la Biblioteca della Società dei Naturalisti e in partnership con la biblioteca a porte aperte – casa di quartiere dell’Associazione “Annalisa Durante” di Napoli con il Patto locale per la Lettura “Reading Forcella, promuove un concorso di lettura e creatività dal titolo “L’arcobaleno delle parole”. 

Considerando il momento difficile che sta attraversando la nostra nazione – dichiarano le ideatrici del concorso – immerse nel silenzio assordante delle nostre aule, abbiamo pensato inevitabilmente a come i bambini e tutti gli studenti stanno vivendo questo periodo e, in particolare, cosa provano emotivamente avendo perso momentaneamente la loro routine e la loro socialità”. L’iniziativa a distanza è riservata ai bambini e ai ragazzi delle scuole elementari e medie statali e paritarie della provincia di Caserta, ed è incentrata sulle diverse sensazioni che si possono provare quando ci si immerge nella lettura. Essa, infatti, può essere solitaria, ma si può anche condividere; ci permette di sognare o di riflettere; ci plasma l’anima e la mente, ma riesce anche a divertire. La lettura è un grande strumento di conoscenza, a partire dai primi anni di vita di un bambino, ed è un vettore di crescita, sia individuale che collettiva.

Il concorso di lettura e creatività L’arcobaleno delle parole” è stato ideato con l’intento di voler contribuire non solo a promuovere e a valorizzare la buona pratica della lettura, ma soprattutto un modo per dare agli allievi la possibilità di potersi esprimere liberamente andando alla scoperta delle proprie emozioni, ponendosi in relazione con gli altri. Un contest, che si rivela come una opportunità sinergica tra agenzie scolastiche, da concepire come una piattaforma laboratoriale per far convergere pensieri e idee, seguendo le orme di quella creatività innovativa che solo i bambini e i ragazzi posseggono, lasciandosi ispirare dalla loro fantasia senza limiti.  
Gli studenti di età compresa tra 3 e 14 anni, che scelgono di aderire liberamente all’iniziativa, possono mettersi alla prova presentando un proprio lavoro scegliendo tra diverse proposte progettuali e artistiche:

– una recensione di un libro – letto da solo o in compagnia di un familiare – 

– un racconto breve, una poesia o una filastrocca

– un disegno.

Tutti gli elaborati dovranno avere come protagonista l’ARCOBALENO, quale combinazione di colori in armonia perfetta, che produce un simbolo naturale di straordinaria bellezza, ma che nell’immaginario collettivo rappresenta una promessa di pace, di speranza e di illuminazione.
I lavori completi di nome, cognome, età,  scuola/istituto e classe dovranno pervenire via mail entro il 30 aprile 2020, all’indirizzo: [email protected]

Lo slogan dell’iniziativa è infatti Doniamoci un Sorriso e lasciamoci contagiare cosìI lavori che perverranno saranno pubblicati sulle pagine social della biblioteca dell’Ist. Mater Amabilis, e anche sulle pagine di tutti i partners che supportano l’iniziativa socio-culturale a misura di bambino, rispettando il monito #IoRestoACasaMaCiSono. La premiazione avverrà a data da destinarsi non appena le condizioni lo consentiranno. 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Giacinto Di Patre
La stampa fa paura. Anche a me. In genere non modifica le situazioni, non ha quel potere che la leggenda le attribuisce, ma può distruggere una persona. Se sbaglia, sono guai. E poi, non ci sono rimedi, anche quando tenta di riparare. La tv moltiplica addirittura l'effetto, per quel tanto di 'ufficialità' che si porta dietro. Una volta si commentava: "Lo ha detto la radio", ed era una patente di credibilità. Adesso quel che più conta, e fa opinione, è il nuovo mezzo.

    Comments are closed.