• Lun. Mag 23rd, 2022

Casagiove. Osservatorio dei beni culturali, la rete politica dei Giovani Democratici casertani scende in campo

DiThomas Scalera

Mar 21, 2017

CASAGIOVE. “Un angolo della nostra provincia lo dedicheremo all’Osservatorio dei beni culturali”: questa è l’idea dei GD di Casagiove che lavoreranno al progetto culturale insieme ai circoli di Caserta, Maddaloni, Vitualzio. Soddisfatto dopo la riunione operativa di ieri sera il Segretario locale dei GD di Casagiove Marco Macca che insieme agli altri esponenti delle sezioni politiche territoriali dei GD hanno dichiarato la loro soddisfazione ai nostri canali di comunicazione dichiarando questo concetto importante per l’inizio del progetto: “L’Osservatorio sarà un luogo dove rivivrà la memoria e l’opera di grandi artisti a cui tutti noi dobbiamo molto per la sensibilità e l’umiltà con la quale hanno saputo affermarsi nell’arte italiana” affermano i segretari dei circoli cittadini coinvolti nel progetto. “L’ Osservatorio sarà dedicato a vari personaggi della storia casertana sarà una sorta di angolo dedicato agli scultori casertani, che lavorano per la diffusione totale dell’arte” sarà un luogo per la completa valorizzazione dei beni culturali. “Renderemo omaggio agli straordinari artisti di casa nostra. L’arte di casa nostra deve essere conosciuta e stimata, tutte le realtà artistiche coinvolte dovranno offrire alla provincia di Terra di Lavoro opere scultoree che manterranno inalterato nel tempo il loro significato artistico e il legame con la nostra storia”. “Il nostro territorio da sempre viene ricordato come fonte primaria per la completa diffusione dei beni culturali voglio citare la splendida Reggia di Caserta, Carditello, l’antica Capua, ed l’antica Sessa. Vogliamo dare spazio alle eccellenze artistiche il nostro progetto mira a coinvolgere tutti i grandi artisti del territorio di Caserta, ma soprattutto miriamo alla salvaguardia dei principali monumenti di Terra di Lavoro che troviamo in varie istituzioni cittadine. Sceglieremo un piccolo angolo di una città della provincia coinvolgendo enti ed associazioni, il nostro obbiettivo sarà la rivalutazione della memoria che si unirà all’analisi storica dell’opera di grandi artisti a cui tutti noi dobbiamo molto per la sensibilità e l’umiltà con la quale hanno saputo affermarsi nella rivalutazione dei Beni culturali”. Invitiamo tutte le realtà culturali a partecipare, ma soprattutto invitiamo tutti a suggerire proposte per la valorizzazione del nostro patrimonio artistico. Il Segretario conclude augurandosi che il progetto porti l’ attività di ricerca culturale a condurre un ponderato lavoro archeologico ed artistico da fare sul campo, ci batteremo per analizzare sia storicamente che archeologicamente i fenomeni culturali e sociali nell’ambito della collettività territoriale. Daremo spazio ai laureati in materie letterarie ed artistiche, daremo spazio a chi ha svolto scuole artistiche di specializzazione e di dottorato con attenzione massima alla cultura storica che oggi si sofferma sulla radicale funzione progressiva dei beni culturali, afferma Macca. Oggi i beni culturali sono l’emblema di ogni società, bisogna analizzare il problema dell’immagine del patrimonio artistico all’interno del contesto urbano e, di conseguenza, analizzare i tessuti sociali e politici La grandiosità del nostro progetto avrà come scopo l’introduzione di spazi per studiare progetti lavorativi suoi beni culturali di Terra di Lavoro.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru