• Mar. Ott 26th, 2021

Casagiove. Tradizioni natalizie, esposizione del Presepe in piazza Silvagni

DiThomas Scalera

Dic 17, 2016
Giuseppe Bencivenga

CASAGIOVE. Quest’anno, grazie al fattivo interessamento, ma soprattutto coinvolgimento di Antonio PAGLIA, due cittadini casagiovesi esporranno il loro presepe nel cortile sito in Piazza Silvagni nr. 29 a Casagiove e sarà inaugurato alle ore 9.00 di domenica 18 dicembre 2016, dal sindaco Roberto Corsale e dalla sua Giunta Comunale, sarà presente all’inaugurazione anche il Comandante della Stazione dei Carabinieri Antonio Coppola e l’ instancabile parroco don Lorenzo Maggetto della Chiesa di Santa Croce di Casagiove. L’opera di Massimo Palmieri e Giuseppe Bencivenga, di parecchi metri con tubi innocenti e tavole di ponte, nasce da una graziosa fede genuina e rispettosa della tradizione cattolica e vuole far rivivere, con gusto, attraverso la magica visione e sensibilità personale, il mistero cristiano della Notte Santa. Massimo lavora come dipendente presso “EUROBET” di Casagiove, mentre Giuseppe giovane casagiovese è tecnico del suono e delle luci a Napoli. Il presepe, tutto meccanico ed elettronico, contiene materiale raccolto in montagna, come il muschio, i sassi e le pietre sono installate una ad una e formano una mega cascata con relativo laghetto e con il riciclo dell’acqua, proprio come lo abbiamo osservato ed conosciuto nella più famosa opera teatrale “Natale in casa Cupiello” di Eduardo. Gli oggetti usati, come sedie e tavoli sono stati lavorati con arte a mano ed i pastori d’epoca usati sul presepe provengono interamente da Acireale, e da San Gregorio Armeno a Napoli. Il tutto animato con dolce magia. Sono tante le famiglie italiane, che seguono una bella e rinnovata tradizione, subito dopo la festa dell’Immacolata si inizia a lavorare il Presepe, quasi per rivivere interamente insieme a Maria quei giorni dolci ma soprattutto pieni di eterna trepidazione che precedono la nascita di Gesù. Costruire il Presepe nelle nostre famiglie può rivelarsi un magico modo semplice, ma significativo di presentare la fede cristiana per tramandarla con il cuore ai propri figli. Il Presepe ci aiuta a contemplare con l’ animo il mistero religioso dell’Amore di Dio che si è magicamente rivelato nella povertà e nella umiltà della grotta di Betlemme. Con il termine presepe oggi si intende l’essenza magica di vita, il riflesso esistenziale della società che l’ha prodotto: derivato da una folta ponderata tradizione culturale, tanto che in molti momenti della storia del presepe esso diviene moda ed allestimento, accantona gli aspetti religiosi per esaltare la fastosità dello spettacolo, l’estro, l’invenzione e il gusto dell’immagini.Oggi invece il Presepe è un elemento della nostra cultura e dell’arte, ma soprattutto un segno di fede cristiana tangibile in Dio, che a Betlemme è venuto “ad abitare in mezzo a noi”.

Fonte: Comunicato Stampa Nunzio De Pinto

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru