Mar. Ott 22nd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

CASAGIOVE- Tutto pronto per la manifestazione di sabato 24 febbraio per la prima edizione della manifestazione “La Colletta Alimentare”organizzata dal Rotaract e dalla Caritas Diocesana di Caserta

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

CASAGIOVE. “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita”: come ricordato da Agostino Ferrara presidente del Club Rotaract di Caserta  il titolo della presentazione della prima edizione della Raccolta alimentare dedicata alle persone bisognose  che avverrà sabato 24 febbraio.

Il Rotaract offre insieme alla Caritas diocesana di Caserta  l’occasione valida  non solo di rispondere ad un’esigenza concreta per tanti, quella del  cibo, ma soprattutto di aprire un confronto sul bisogno più grande per tutti, la ricerca di senso e di felicità nella vita.

L’iniziativa afferma Ferrara ai nostri canali di comunicazione  mette in evidenza concetti che “meritano  di esser sostenuti, per la capacità di rispondere ad un bisogno essenziale, con un progetto nazionale che mobilita i nostri soci”.Nella mattinata e nel pomeriggio i soci saranno presso il supermercato Sisa della famiglia Politico, sito in via Napoli 62 – Casagiove, per raccogliere pasta, riso, latte a lunga conservazione, pelati e sughi, legumi e carne in scatola, piselli, fette biscottate, biscotti, caffè, succhi di frutta, farina e zucchero. Tutti i prodotti donati verranno consegnati alla Caritas di Caserta. Il presidente Ferrara con questa manifestazione  di sabato, ci tiene a dimostrare   che “il lavoro può contribuire al libero sviluppo della persona, e costruire solidarietà e unità. Nell’era postindustriale, che sempre più spesso nel lavoro aliena e sfrutta gli uomini, occorre riportare lo sguardo sulla persona che lavora e sul suo ruolo nella società”. “La felicità – ha infatti  evidenziato il giovanissimo Agostino– non è legata al lavoro, ma all’amore con cui uno lavora. La legge della vita  rappresenta la donazione più completa – non conta se con più o meno entusiasmo – in una solidarietà al bisogno dell’altro, che sola ci fa scoprire una dimensione veramente profonda di noi stessi. Questo va al di là del nostro tentativo perché nel donarci riceviamo più di quel che diamo”. Il presidente del Rotaract  ha rilanciato la possibilità che “l’azione di carità venga inscritta in un processo educativo”, paragonandola con la loro  esperienza personale associativa. “Nel corso della mia vita associativa  ho avuto modo di verificare i limiti di una cultura che assolutizzi il tema dell’uguaglianza a scapito della carità, capendo che la solidarietà è il necessario ponte tra esse. Oggi ho imparato che la carità arricchisce il rapporto tra chi la compie e chi la percepisce, e perciò va allineata alle altre due istanze, in una connessione che  può allargare il campo di ognuna di esse”. Una delle sfide più grandi del presente, che coinvolge le istituzioni come i singoli – ha concluso  il presidente  – è ridestare la coscienza di sé delle persone, nonché quella del valore dell’altro. Ed è una sfida che non si costruisce con le teorie, ma in un rapporto. Perciò uno degli aspetti più commoventi dell’esperienza  che andremo a vivere il 24 è che negli incontri si rende la persona consapevole del suo valore, anche se non si possono risolvere tutti i suoi problemi: si mette di nuovo l’uomo in campo, affinché non riceva soltanto un’assistenza, ma diventi protagonista della sua liberazione. É un cammino, una strada, una sfida bella, perché ci sarà un popolo solo se è un popolo di persone: non c’è un popolo di individui, ma di persone coscienti di sé”. Agostino Ferrara ha poi concluso  – ribadendo  che il Rotaract Club Caserta Vanvitelli realizza per la prima volta  questo progetto e che ha trovato l’immediato bene placito del direttore della Caritas diocesana, don Antonello Giannotti, che ringrazio di cuore”. Continua “un reale service per i più bisognosi; siamo certi della generosità e solidarietá dei clienti dello storico supermarket casagiovese”.

Caserta. Arte contemporanea e storie d’emigrazione, un evento per «l’Italia nel cuore»

Caserta, Tutto pronto per la presentazione del libro di Gioacchino Toma

Open