• Lun. Mag 16th, 2022

Casal di Principe. Camorra: altro ordine di arresto per Francesco Sandokan Schiavone. I fatti

DiThomas Scalera

Mar 25, 2017

CASAL DI PRINCIPE. La Squadra Mobile di Caserta ha notificato, presso il carcere di Parma, dove si trova detenuto Francesco Sandokan Schiavone, un ordinanza di custodia cautelare emessa lo scorso 15 marzo dal G.I.P. del Tribunale di Napoli. Schiavone è ritenuto il mandante dell’omicidio del cittadino extracomunitario Saer Konte ucciso la sera del 23 ottobre 1986 a Castel Volturno, per il solo motivo di dare un segnale forte agli spacciatori di sostanze stupefacenti operanti sul litorale domitio, in particolare a quelli di colore. Difatti è stata confermata, da più collaboratori di giustizia, l’esistenza di un programma di Schiavone di eliminare i trafficanti di droga di colore per ragioni utilitaristiche e morali. Lo spaccio praticato sul litorale domitio, da un lato attirava l’attenzione delle Forze dell’Ordine; dall’altro creava disagio, perché i più giovani fra i partecipi al clan avrebbero potuto essere coinvolti nell’uso di eroina ed allora non sarebbero stati più affidabili. Dunque secondo tale “programma” elaborato dai vertici del clan dovevano essere eliminati gli spacciatori di droga “pesante” ed in particolare quelli di colore ed in tale ambito maturò l’eliminazione dell’extracomunitario, cioè in maniera “occasionale” per la sostanziale irrilevanza dell’obiettivo essendo sufficiente che la vittima designata fosse: extracomunitario, di colore e spacciatore.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru