• Mar. Ott 19th, 2021

Casal di Principe. Pareggio in Coppa, c’è ancora speranza per la semifinale

DiThomas Scalera

Feb 2, 2017

Più forti di tutto e di tutti. Il Casale 1964 è di chi lo ama e non di chi lo abbandona nel momento della difficoltà. Con una formazione rimaneggiata a causa di infortuni e di addii dell’ultima ora, la formazione guidata dal presidente-allenatore Enricomaria Natale è riuscita a mettere a segno una vera e propria impresa. No, non è arrivata una vittoria ma lo 0-0 maturato al ‘Comunale’ di Casal di Principe contro il Castelpoto, corazzata del girone B di Seconda categoria, ha quasi del miracoloso. E’ stata una settimana intensa per il Casale 1964 con alcuni calciatori che, dopo le ultime sconfitte, hanno deciso di abbandonare la nave e di non andare più a fare allenamento. Sono rimasti solamente coloro che hanno veramente a cuore questo progetto e che hanno capito seriamente gli sforzi, anche economici, sostenuti dalla società per poter competere in questo campionato di Seconda categoria. E questi calciatori, i veri giocatori del Casale 1964, hanno lottato su ogni pallone dimostrando che spesso il cuore riesce ad andare oltre ogni ostacolo. La gara di Coppa Campania valida come quarto di finale d’andata col Castelpoto si è chiusa con un pareggio che lascia quindi ancora aperto anche il discorso per l’accesso alla semifinale. In questi giorni la dirigenza proverà a rinforzare la squadra ma questa gara ha dimostrato che la grinta, la determinazione e l’orgoglio nel calcio sono fondamentali. Il presidente allenatore Enricomaria Natale ha solo parole d’elogio per i propri ragazzi che definisce “uomini di parola. Onore a loro che lottano fino alla fine contro tutte le avversità”. Intanto il presidente Enricomaria Natale fa un primo bilancio della gestione della società: “Nel mese di agosto scorso, quando abbiamo deciso di acquistare il titolo di Seconda categoria e fondare questa nuova realtà, abbiamo deciso di riconfermare la gran parte dei ragazzi già tesserati nel campionato di Terza categoria dalla vecchia dirigenza – afferma il presidente e allenatore Natale, poiché eravamo un po’ in ritardo per costituire una squadra competitiva da zero, ma sin dai primi giorni di allenamento sono venute fuori le tante incomprensioni tra la nuova società ed il vecchio gruppo di giocatori. Con il lavoro e il tempo ho sempre sperato che qualcosa cambiasse e che ci fosse un nuovo spirito che solidificasse questa realtà. Ma questo non è avvenuto e siamo stati costretti ad accettare la verità: vecchio e nuovo gruppo non potevano coesistere. Quindi nonostante tutti i problemi che questa scelta da parte del vecchio gruppo ha comportato e comporterà al Casale 1964, noi andiamo avanti senza paura di quella che può essere una sconfitta sul campo perché essere vincenti non significa dover vincere una partita di calcio ma vincenti sono coloro che affrontano i problemi e rimangono sempre in piedi. E noi lo faremo”. Visto poi il forte numero ridotto di uomini a disposizione l’allenatore Natale sottolinea che “anche noi dirigenti ci metteremo a disposizione per entrare in campo al fine di portare a termine la stagione per poi poter fare le nostre scelte con la dovuta calma”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru