• Sab. Ott 23rd, 2021

Casapesenna – Avifauna della Campania, il 6 febbraio l'incontro al centro sociale 'Cangiano'

DiThomas Scalera

Gen 27, 2016

Come salvare la natura e conservare la biodiversità? E’ questo la domanda che si sono posti il Presidio Libera e gli osservatori civici di Casapesenna. E’ dalla coscienza del problema che è nato l’incontro, patrocinato dal comune, che si terrà il prossimo 6 febbraio, presso il centro sociale “Antonio Cangiano” del paese casertano, alle ore 17, ed a cui prenderà parte del biologo naturalista Maurizio Fraissinet, presidente dell’A.S.O.I.M (Associazione degli Studi Ornitologici dell’Italia meridionale) ed autore del libro “L’Avifauna della Campania”. Interverranno anche il Dott. agronomo Mario Schiavone, funzionario della Regione Campania (settore forestale) che spiegherà i nuovi progetti “Piani di Sviluppo Rurale” (PSR), e Danila Mastronardi, la quale approfondirà il ruolo della ghiandaia marina stabilitasi nella pianura casertana. AVIFAUNA DELLA CAMPANIA – Il libro si presenta come un’analisi ornitologica corposa, attuata in una delle regioni che più offre dal punto di vista degli orizzonti naturali, con informazioni e foto alla mano. Nel testo vengono attuati dei confronti col passato e si aprono le frontiere a dei punti di vista per certi versi rivoluzionari, tant’è che il saluto finale è diretto ad un ipotetico lettore del futuro. Sono numerose le specie di uccelli che popolano il cielo campano e tutto ciò che concerne la loro vita fa parte dell’insieme di 720 pagine concepito dallo scrittore. fraissinetUn lavoro portato a termine in coro con tutte le ricerche condotte dagli studiosi del settore, i quali hanno percorso sentieri del territorio e luoghi di incomparabile bellezza. E’ un libro che vuole emozionare, puntando sull’unicità dei paesaggi, dei colori e degli scatti che ritraggono gli uccelli in volo; fotografie che trasmettono un profondo senso di amore nei confronti dell’ambiente e che vogliono indurci a rispettarlo, sostenendolo, valorizzandolo e non sfruttandolo. Stiamo parlando della trattazione più ampia mai concretizzata, la quale rappresenta una perla della collana editoriale ornitologica formata da monografie “made in ASOIM”. “Stiamo riuscendo a mettere al centro della discussione fauna, biodiversità ed inquinamento. Abbiamo scelto di chiamare in causa il biologo naturalista Fraissinet – dice il referente del presidio Libera di Casapesenna, Pasquale Cirillo – con l’intento di risvegliare una comune coscienza ambientale, una sorta di interesse nuovo nei confronti della natura. E’ così che gli studenti che saranno presenti nella sala consiliare, potranno essere formati ed informati sul tema della salvaguardia del territorio. Le nuove generazioni devono farsi promotrici dell’interesse nei confronti di questa tematica; la presenza in numero minimo di centri di studi naturali, qui nel sud Italia, è un allarme che risuona alle orecchie di tutti noi. Relazionarsi ad un libro così ben impostato, può valere da sprono per accedere i riflettori sulla flora e la fauna della nostra Regione. L’ecosistema sta già soffrendo a causa dei cambiamenti climatici. L’equilibrio è stato alterato e le stesse temperature dell’equatore si stanno muovendo verso i poli. “I gabbiani si stanno, via via, stabilendo nelle discariche e questo contribuisce all’aumento delle morti degli uccelli più piccoli. Dobbiamo dire basta – conclude – per salvare il nostro pianeta”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru