• Lun. Ott 25th, 2021

Casapulla. 'Sere d'estate', fervono i preparativi per la terza edizione

DiThomas Scalera

Ago 30, 2016

46f05562856bf783045012e3878f0cf4_L
CASAPULLA. Fervono i preparativi per la terza edizione di ‘Sere d’estate’, evento organizzato dalla Pro loco di Casapulla. La manifestazione si svolgerà il 17 e 18 settembre in piazza Bellarmino, meglio conosciuta come piazza Mercato. L’edizione 2016 della rassegna sarà caratterizzata dalla musica popolare, grazie soprattutto allo spettacolo dell’artista Luca Rossi, uno dei maggiori interpreti di questo stile, autore, oltre di musica folk campania, anche di teatro popolare.
Rossi è un percussionista specializzato nelle tecniche e gli stili dei tamburi a cornice appartenenti all’area del Mediterraneo. Negli anni ha avuto collaborazioni, partecipazioni e registrazioni con molti esponenti della scena musicale popolare italiana e della musica etnica internazionale: Teresa de Sio, Marcello Colasurdo, Enzo Avitabile, Orchestra Popolare Campana e Eugenio Bennato, Benham Samani (Iran), Kelvin Sholar (Stati Uniti), Tambours du Mediterraneè (Francia-Tunisia) e con produzioni e compagnie di teatro danza (Taranta Power Bologna, Centro Nazionale Teatro, Accademia dell’arte di Arezzo).
Durante la sua ancor giovane carriera ha ricevuto già numerosi riconoscimenti a livello nazionale, non solo musicali ma anche letterari. Luca Rossi, infatti, è anche autori di libri e poesie, oltre ad essere insegnante in Italia in diverse accademie musicali, e a tenere regolarmente workshop e stage sui tamburi a cornice in speciali meeting europei. L’appuntamento con il ‘Poeta della tammorra’ è per domenica 18 settembre in piazza Mercato a Casapulla.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru