• Sab. Lug 2nd, 2022

Accoglienza profughi ucraini nella Parrocchia di Falciano: sinergia con la Protezione Civile di Caserta

C’è chi mette il cibo negli scatoloni, chi si occupa dell’organizzazione e della logistica. Alla Parrocchia dei Santi Gennaro e Giuseppe, sita in piazza San Gennaro a Falciano (frazione di Caserta), si lavora senza sosta per dare un aiuto concreto ai profughi in fuga dalla guerra in Ucraina. Il parroco, don Matteo Coppola, ha fatto arredare un piccolo appartamento nei locali parrocchiali dove “nella giornata di sabato accoglieremo quattro profughi ucraini, due donne e due bambini”, fa sapere.
Per l’accoglienza e il sostentamento dei profughi ucraini il sacerdote ha chiesto aiuto al gruppo comunale di Protezione Civile. Ed è così che il coordinatore dei volontari Francesco Brancaccio, su attivazione dell’assessore al ramo Massimiliano Marzo, si è recato in parrocchia per raccogliere tutte le istanze del parroco. “In sinergia con la parrocchia ci occuperemo dell’accoglienza di donne e bambini ucraini scappati dalla guerra – spiega Francesco Brancaccio – Ieri abbiamo fatto un sopralluogo nell’appartamento arredato dalla parrocchia di don Matteo per assicurarci che ci fossero tutte le attrezzature necessarie. Ci stiamo occupando di fornire alla parrocchia i materassi e una rete wifi affinché i profughi ucraini possano comunicare con i loro parenti rimasti in patria a combattere. Inoltre ogni settimana ci occuperemo della fornitura dei beni di prima necessità che ci stanno donando le tante famiglie casertane che non finirò mai di ringraziare”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa