campaniaCasertaCronacaNews

Caserta. Camorra e appalti: confiscati beni a cinque imprenditori collusi

I nomi degli imprenditori collusi che si sono accaparrati gli appalti dell’ospedale di Caserta

CASERTA. Si sono accaparrati gli appalti dell’ospedale di Caserta, con le loro aziende, condizionando la gestione del nosocomio, e per conto del clan guidato da Michele Zagaria.

E’ così scattata la confisca di beni e disponibilità finanziarie per oltre 6,5 milioni di euro, eseguita oggi dagli investigatori della Direzione Investigativa antimafia di Napoli su ordine della sezione misure di prevenzione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, per cinque imprenditori collusi, condannati in appello a pene dai sette agli otto anni di reclusione. La confisca ha riguardato beni mobili e immobili, quote societarie e conti correnti.

I decreti sono stati notificati agli imprenditori casertani, attivi nel settore edile e tecnologico, Raffaele Donciglio, Vincenzo Cangiano, Orlando Cesarini, Domenico Ferraiuolo e Luigi Iannone.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.