Lun. Giu 1st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Caserta. Casalesi: sequestrati beni per 25 milioni all’imprenditore Di Rauso

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

CASERTA. I Carabinieri del Reparto Operativo-Nucleo Investigativo di Caserta, nel corso della mattinata odierna, hanno dato esecuzione alla misura di prevenzione reale, emessa dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, sottoponendo a sequestro beni mobili, immobili, società e rapporti finanziari per un valore complessivo stimato di euro 25 milioni circa, nella disponibilità dei figli e moglie di  DI RAUSO Stefano.

L’uomo, classe ’40, deceduto lo scorso mese di luglio, è stato un imprenditore operante nel settore delle cave  e del calcestruzzo, già tratto in arresto nel dicembre 2011 dagli stessi militari del Nucleo Investigativo di Caserta in quanto responsabile di associazione di tipo mafioso (clan “dei casalesi” – fazione Schiavone).

Il provvedimento riguarda n. 2 imprese/cave di calcestruzzo, n. 69 terreni agricoli, n. 1 fabbricati rurali, n. 3 appartamenti, n. 3 autorimesse, n. 2 locali adibiti a deposito industriale, n. 37 veicoli e n. 4 polizze vita, n. 1 locale commerciale (adibito ad istituto di credito), n. 3 uffici, tutti ubicati nella provincia di Caserta.

Leggi anche:

Caserta. Casertavecchia e Piedimonte di Casola, lavori di risanamento idrogeologico nelle frazioni

Caserta. Screening con provette scadute, Zinzi interroga De Luca

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close