• Dom. Ott 24th, 2021

Caserta. “Come vincere la sfida dell’immigrazione?”, Comune e Radicali Italiani in convegno

DiThomas Scalera

Mar 16, 2017

CASERTA. Di fronte alle sfide poste dal fenomeno migratorio, sabato 18 marzo alle ore 11.30 il Comune di Caserta e Radicali Italiani hanno organizzato l’incontro “Come vincere la sfida dell’immigrazione? Accoglienza, inclusione, lavoro: le riforme necessarie a partire dai Comuni e dal superamento della Bossi-Fini” presso l’aula magna dell’ex convento di Sant’Agostino sita a Caserta in via Mazzini n. 16. Saranno presenti con Emma Bonino e Riccardo Magi anche il sindaco di Caserta, Avv. Carlo Marino, Don Antonello Giannotti, direttore Caritas Caserta, Mimma D’Amico, SPRAR di Caserta, Csa Ex Canapificio Caserta, Savino Compagnone, SPRAR di Capua, Cittadini del Mondo, Mamadou Sy Pli Adama e Patience Evbonaye, Centro sociale ex Canapificio, ed i ragazzi del laboratorio teatrale Teatro Stabile di Innovazione della Città di Caserta – Fabbrica Wojtyla col regista Patrizio Ranieri Ciu.

“E’ innegabile che il fenomeno migratorio debba essere gestito, ma le risposte populiste oltre ad incitare all’odio non sono idonee a fornire soluzioni concrete al legittimo bisogno di sicurezza dei cittadini” dichiarano la dott.ssa Antonella D’Andreti, co-organizzatrice dell’evento e membro di comitato di Radicali Italiani, e l’Avv. Raffaele Minieri, membro di Direzione di Radicali Italiani. “Dopo i fatti di piazza Pitesti a Caserta, l’incontro di sabato si rende ancora più urgente per evitare facili strumentalizzazioni volte ad incitare alla violenza e a nascondere il desiderio di integrazione e di partecipazione alla vita comune di tanti immigrati. La legge Bossi – Fini” concludono “è stata incapace di governare il fenomeno migratorio ed ora gli esponenti delle stesse forze politiche che l’hanno approvata pretendono di imporre la loro visione semplificata della realtà.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru