• Ven. Ott 22nd, 2021

Caserta. Disservizi causati da Poste Italiane, ieri l’incontro in Provincia

DiThomas Scalera

Gen 11, 2017

CASERTA. Ieri mattina, nella sede della Provincia di Caserta in Corso Trieste, si è tenuto un incontro tra alcuni sindaci, associazioni di categoria e organizzazioni sindacali. Tema della riunione i disservizi causati da Poste Italiane. Da segnalare l’assenza all’incontro dei rappresentazioni delle Poste. I presenti hanno discusso di vari disagi arrecati soprattutto dalla mancata consegna della posta ordinaria. Negli ultimi mesi, infatti, sono davvero numerose le lamentele da parte dei cittadini e dei contribuenti, che si vedono recapitare lettere e bollette in netto ritardo. I disservizi sarebbero iniziati dopo che è stato attuato il Piano Strategico di Sviluppo di Poste Italiane. Un tavolo tecnico analogo si era già svolto lo scorso settembre quando 12 sindaci della Comunità Montana del Matese si erano incontrati per discutere del disagio. Proprio uno di loro, Salvatore Cirioli, sindaco di Alife, ha affermato che “si tratta di interruzione di pubblico servizio”. Tra l’altro il Comune di Alife ha inoltrato una richiesta di immediato ripristino del servizio a Poste Italiane trasmettendo la stessa anche al Prefetto di Caserta e alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Anche altri primi cittadini dell’alto Casertano si sono mossi nella stessa direzione (tra cui Baia e Latina, Castel Campagnano, Dragoni, Raviscanina, Roccaromana, Sant’Angelo d’Alife e Sessa Aurunca), mentre gli esponenti delle organizzazioni sindacali presenti in Corso Trieste hanno annunciato che intraprenderanno vie legali contro Poste Italiane, esprimendo anche il loro disappunto per la privatizzazione dell’azienda. Il presidente facente funzioni della Provincia di Caserta Silvio Lavornia, che ha convocato la riunione su richiesta delle organizzazioni sindacali di categoria, ha dichiarato: “Ho il dovere morale e istituzionale di intervenire in questa vicenda che sta facendo riscontrare non pochi disagi ai cittadini”. Lo stesso Lavornia invita i sindaci a valutare l’idea di ricorrere al Tar.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru