• Mer. Ott 20th, 2021

Caserta. Fondi di rotazione, il consigliere regionale Bosco: "Notevole il risultato ottenuto dai Comuni dell’Appia"

DiThomas Scalera

Gen 18, 2017


CASERTA. «Sono 13 i comuni della provincia di Caserta beneficiari delle risorse destinate alla progettazione di opere da realizzare con fondi europei. Si tratta di una prima trance di distribuzione di finanziamenti, che saranno anticipati grazie al fondo di rotazione istituito dalla Regione Campania. Notevole il risultato ottenuto dalle città che si trovano lungo la Nazionale Appia, partendo da Caserta, con sette progetti, passando per Macerata Campania, fino a Santa Maria Capua Vetere, la quale ha ottenuto il finanziamento per la progettazione di tre distinte opere. Nello specifico si interverrà al recupero e alla valorizzazione del Parco Urbano tematico ‘Città della storia’; alla ristrutturazione del Palazzo Teti e alla creazione di un museo multimediale; al restauro conservativo dell’Arco di Adriano, con la relativa riqualificazione delle strade di collegamento dei vari siti archeologici, tra cui l’Anfiteatro. Importanti novità riguarderanno anche il Comune di Marcianise, con interventi alla pubblica illuminazione. I complimenti vanno sicuramente agli appartati amministrativi e burocratici degli enti interessati all’anticipazione di fondi, i quali sono stati in grado di proporre progetti validi, prioritari e coerenti con il piano di rilancio complessivo della Campania, avviato dal governatore Vincenzo De Luca. Con tali interventi si attiva un meccanismo virtuoso che coinvolgerà tutti i settori produttivi del territorio regionale e nello specifico della provincia di Caserta». A parlare è il consigliere regionale di ‘Campania libera – Psi – Davvero Verdi’ Luigi Bosco, a margine della conferenza stampa tenuta dal governatore Vincenzo De Luca sui fondi di rotazione.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru