• Mar. Ott 26th, 2021

Caserta. Gli studenti chef per l’Unicef, il concorso dedicato alle scuole

DiThomas Scalera

Ott 29, 2015

unicef-2

CASERTA. Un concorso per le scuole organizzato dal Ministero dell’Istruzione e dal comitato regionale Campania per l’Unicef per sensibilizzare i più giovani sulla necessità di avere cibo per tutti nell’ambito del grande avvenimento Expo Milano 2015. E’ questo il fulcro del progetto “Nutrirsi bene nutrirsi tutti” che apre l’anno scolastico 2015-2016.

Il concorso vuole essere sia un’occasione di studio, approfondimento e confronto sui vari temi dell’alimentazione mondiale sia un’occasione di riflessione sul tema scelto, declinandolo anche in un momento di condivisione che racconta la storia dell’uomo sulla terra attraverso il suo rapporto con il cibo.

L’adesione al concorso, che è rivolto alle scuole primarie, alle scuole secondarie di primo grado, agli Istituti Comprensivi e agli Istituti di 2° grado ad indirizzo Alberghiero della regione Campania, coinvolge gli studenti delle Istituzioni scolastiche partecipanti a realizzare una “ricetta”, dopo aver studiato usi, costumi e tradizioni del Paese africano in cui collocano la pietanza, riponendo in essa memorie e saperi che risentono dell’influenza di culture diverse.

I lavori saranno valutati da una commissione di chef di fama Internazionale, e premiati nell’ambito della “Giornata Universale dell’Infanzia e dell’Adolescenza”, del 24 novembre 2015, che si terrà presso il Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare di Napoli, evento atteso da tutte le Istituzioni scolastiche della Campania.

Il termine ultimo per partecipare al concorso è il 10 novembre 2015. I lavori dovranno essere presentati per posta elettronica o per posta ordinaria, ad uno dei seguenti recapiti: Segreteria del Comitato Regionale Campania per l’Unicef – Largo Martuscelli, 26 (80127, Napoli) oppure [email protected]

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru