Lun. Ago 26th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Caserta. Gorirossi (Città Futura): “In via Unità D’Italia traffico in tilt”

2 min read

CASERTA. A volte basterebbe un po’ di buon senso per evitare problemi in una Città che certamente già di per sé non naviga in acque tranquille.

A quanto pare, questa Amministrazione sembra  non avere  voglia, né capacità di azzeccarne una.

Stiamo parlando dei nuovi stalli per il parcheggio a pagamento che la Giunta Marino ha individuato in via Unita’ D’ Italia e precisamente  in una parte in cui  fino a pochissimo tempo fa era vietato sostare.

Il Direttivo del  movimento Politico “Città Futura” , da sempre attento alle dinamiche che possono penalizzare la vita dei cittadini , si è riunito ieri sera e ha deciso di portare all’ attenzione dell’ Amministrazione e del Dirigente Comunale del settore gli enormi disagi che tale scelta ha causato alla circolazione.

” Fino a pochissimo tempo fa – ha dichiarato Francesco Gorirossi- Membro del Nostro Direttivo,  in quel tratto di strada, in prossimità di Buffetti per capirci, da un lato c’ erano le strisce blu a pagamento da un altro il divieto di sosta . Questa Amministrazione ha dimostrato ancora una volta di essere lontana dalla realtà cittadina ,individuando proprio nel lato del divieto nuovi stalli per parcheggio a pagamento . Una scelta scellerata- continua Goirossi- perché in questo modo in quel tratto di strada le auto parcheggiano sia a destra che a sinistra , causando un vero e proprio imbuto con inevitabili file lunghissime di auto in colonna e conseguente traffico in tilt”

“Ci siamo sforzati invano  per comprendere la motivazione di tale scelta- ha concluso Francesco Gorirossi-  che e’ apparsa a tanti, infelice e senza senso . Ancora una volta ha avuto la meglio la teoria del menefreghismo, questo lo diciamo perché non possiamo , e non lo faremo, tollerare che il Comune paghi per l’ ennesima volta un proprio debito ( sembra che il numero di stalli erano meno di quelli stabiliti per contratto con l’ azienda vincitrice dell’ appalto) sulle spalle dei Cittadini .

Se a tutto , aggiungiamo  che a pochi metri da questo scempio c’ e’ l’ enorme parcheggio del Monumento Dei Caduti, praticamente abbandonato , allora non e’ difficile capire che per l’ ennesima volta e’ la cittadinanza ad essere  sacrificata , ma la domanda che continuiamo a porci e alla quale cercheremo risposta a chi e perché giova tutto questo?

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbe interessarti

Open