• Lun. Ott 18th, 2021

Caserta. Il Natale della contraffazione, Striscia la Notizia in città

DiThomas Scalera

Dic 16, 2016

CASERTA. Nel servizio andato in onda Luca Abete ha condotto un viaggio in quella che possiamo definire la “fiera dell’illegalità”. Centinaia di bancarelle in una delle piazze principali di Caserta, sulle quali è possibile trovare ogni tipo di prodotto perfettamente contraffatto. L’inviato di Striscia sottolinea il paradosso: mentre in tutta Europa spopolano i mercatini della tradizione natalizia ai cittadini casertani, ogni weekend, viene riservato uno spettacolo indegno, dove a trionfare è l’illegalità. Dagli occhiali alle borse, dalle cinture ai giubbini; tutti firmati con loghi delle marche più famose perfettamente riprodotti. Un vero e proprio mercatino della contraffazione che attira ogni settimana migliaia di clienti pronti a portare a casa, con pochi euro, prodotti falsificati, alimentando così un giro d’affari tutt’altro che regolare. Nessuno rilascia scontrini, né tanto meno esistono autorizzazioni per l’occupazione di suolo. L’inviato di Striscia, dati alla mano, quantifica il danno procurato dalla contraffazione al mercato commerciale regolare. Un mancato introito di oltre 20 miliardi di euro all’anno per un settore già in difficoltà, che porta alla perdita di ben 180mila di posti di lavoro. Una situazione sconcertante che sembra sfuggita agli organi di Polizia fino a pochi giorni fa quando, solo dopo la registrazione del servizio di Striscia, la Gdf di Caserta ha effettuato un blitz sequestrando migliaia di euro di merce contraffatta e riportando così un po’ di legalità in una piazza da troppo tempo consegnata all’abusivismo.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru