• Lun. Ott 25th, 2021

Caserta. Istituto Tecnico “Buonarroti”, la dirigente Vittoria De Lucia subentra ad Antonia Di Pippo

DiThomas Scalera

Set 7, 2016

caserrta-buonarroti-600
CASERTA. La dottoressa Vittoria De Lucia è la nuova dirigente dell’Istituto Tecnico Statale “Buonarroti” di Caserta: raccoglie il testimone lasciato dalla preside Antonia Di Pippo che, dal primo settembre, è andata in pensione dopo oltre 40 anni di servizio nella scuola. Un passaggio di consegne complesso per la pesante eredità lasciata dalla Di Pippo, per 14 anni a capo dell’istituto di viale Michelangelo, che viene raccolta con orgoglio e molta determinazione dalla vulcanica nuova dirigente scolastica, alla sua prima esperienza di dirigente nelle scuole secondarie di secondo grado. Originaria e residente a Santa Maria a Vico, dopo un anno come DS a Cancello, la dottoressa Vittoria De Lucia ha sempre operato, con impegno e straordinaria caparbietà, sul territorio di Maddaloni, da lei ritenuta la sua città adottiva, lavorando sodo come docente, vice preside e poi preside, conseguendo risultanti entusiasmanti. Ha guidato per circa dieci anni l’Istituto Comprensivo “Aldo Moro”, con i suoi numerosi alunni e plessi, ed è stata reggente, per due anni, del Comprensivo “De Nicola”. Nello spirito di abnegazione e servizio che contraddistingue la De Lucia, c’è anche la reggenza presso l’Istituto Comprensivo “De Gasperi” di Castello di Cisterna. “E’ un onore dirigere una scuola prestigiosa come il Tecnico “Buonarroti – ha detto la prof.ssa De Lucia al suo insediamento il primo settembre scorso – un istituto molto conosciuto e apprezzato e ritenuto un faro, tra gli altri, per la città di Caserta. Raccolgo questa pesante eredità della Di Pippo, accetto il passato e accolgo la sfida del nuovo”. La preside De Lucia ha sottolineato la sua intenzione di continuare a lavorare sulle numerose attività intraprese durante l’era “Di Pippo” alla quale va un doveroso ringraziamento per l’ottimo lavoro svolto in questo istituto, che fu già diretto dal preside Scaravilli. “Custodirò come un tesoro quanto fatto in precedenza – ha anche aggiunto – ma sono interessata a nuovi progetti ed attività nell’ottica del rinnovamento continuo”. La neo dirigente si augura che il Buonarroti possa diventare una “palazzo di vetro” per far sì che gli alunni e le rispettive famiglie possano comprendere quanto realmente si fa in questa scuola che, grazie anche ai nuovi orientamenti professionali, è davvero la scuola del futuro. Nelle intenzioni della dirigente c’è soprattutto la volontà di potenziare nell’immediato l’orientamento in ingresso e in uscita e la continuità tra le scuole con intese sul territorio con i Dirigenti scolastici e le Istituzioni sociali e religiose a cui, tra l’altro, rivolge il proprio saluto. Promette di scendere in campo in prima persona con un’attenzione speciale all’inclusione. Intanto ha già avviato la macchina organizzativa, ha individuato i componenti dello staff dirigenziale ed in particolare i due collaboratori, il prof. Vincenzo Modarelli e la prof.ssa Maria Letizia Vitale, due docenti veterani dell’istituto. Nelle varie riunioni la Ds ha specificato più volte che per lei scuola rimane ancora il “luogo” dei valori, il punto di riferimento forte in cui ricercare e ritrovare certezze e convinzioni sempre più solide in un mondo “liquido” e spesso “del disimpegno”. “Il nostro impegno – ha specificato – è, e deve essere, quello di cercare di creare un ambiente di apprendimento stimolante, creativo, professionale e umano per gli alunni e le alunne a cui garantirò sempre la mia particolare attenzione”. Le lezioni all’Istituto Tecnico “Buonarroti” di Caserta, come nelle altre scuole casertane, inizieranno il prossimo 15 settembre con l’ingresso degli alunni delle classi prime e quinte; il venerdì 16 entreranno tutte le classi.
foto preside De Lucia

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru