Comunicati Stampa

Caserta. “La chiesa di Falciano di Caserta”, sabato 11 gennaio la presentazione

La pubblicazione “La chiesa di Falciano di Caserta” racconta 250 anni della storia della Diocesi di Caserta

CASERTA. “La chiesa di Falciano di Caserta”, edito da Giuseppe Vozza Editore a firma di don Matteo Coppola e Vincenzo Crisci, è la pubblicazione sulla storia della chiesa di periferia che segna e racconta 250 anni della storia della Diocesi di Caserta.

La pubblicazione, in cui il sottotiolo esplicita il contenuto, “Storia, Arte e Cultura”, sarà presentata dal Rotary Club Caserta “Luigi Vanvitelli” presso la chiesa dei Santi Gennaro e Giuseppe in Falciano di Caserta in via San Gennaro alle ore 18.30 dopo la Santa Messa Vespertina di sabato 11 gennaio 2020.

Introduce la serata l’avv. Bruno Giannico, presidente del Rotary Club Caserta “Luigi Vanvitelli” mentre modera la serata il dott. Michele De Simone, presidente dell’Associazione Stampa della Provincia di Caserta.

All’evento saranno presenti autorità civili e religiose oltre naturalmente agli autori, ovvero il parroco don Matteo Coppola e ancora Vincenzo Crisci.

La pubblicazione parte da lontano ovvero da quando, qualche anno fa, don Matteo Coppola decise di dare forma a una lunga tradizione storico, artistica e religiosa della chiesa che segna le vicende di ben 250 anni di storia della Diocesi di Caserta, coinvolgendo ben 21 vescovi di cui quattro presso la medesima chiesa hanno trovato sepoltura. Una storia diocesana che vede la chiesa come centro pulsante fino a metà del XIX secolo e che parte da una antica chiesetta di Santa Maria citata nella Bolla di Senne del 1113, con il titolo di “Santa Maria di Fauzano”. Una storia che trova altre fonti nel 14 agosto 1178 di papa Alessandro III concesso al Vescovo Porfirio, sui beni presenti e futuri della chiesa casertana, dove viene citata come “Santa Maria de Fauciano”. E così via abbiamo altri documenti antichi come le Rationes Decimarum Italie nei secoli XIII e XIV, e in Campania nel 1308 viene richiamata come “Santa Maria Magdalene de Fauzano”, nel 1326 è citata come “Santa Maria de Fausano” e ancora nel 1327 come “Santa Maria de Fauzano”. La località con il tempo da Fauzano diventa Falciano e la sua storia si intreccia con quella della Diocesi di Caserta diventando sede del Vescovo di Caserta (che intanto andrà ad abitare nel palazzo Vescovile di via San Carlo). Nella chiesa oggetto dello studio di don Matteo Coppola e Vincenzo Crisci il vescovo mons. Diodato Gentile (1604-1616) trasferirà la sede vescovile e la scelta di Falciano sarà legata alla presenza in loco di una antica casa, Palatii Cavallaritie, dono di Ferrante I d’Aragona.

Queste poche info storiche costituiscono la premessa di un appuntamento imperdibile per la città e Diocesi e di una lettura importante ciascun casertano ed appassionato di storia, cultura ed identità casertana, intesa come provincia di Terra di Lavoro.

La serata prevede un’anteprima nel corso della trasmissione “Good Morning” di martedì 7 gennaio 2020, condotta da Imma De Rosa, dalle ore 10.30, negli studi di New Radio Network in Maddaloni. Alla trasmissione, al microfono della nota giornalista e conduttrice radiofonica napoletana saranno don Matteo Coppola e Mario Tramontano. Per poter seguire in diretta la trasmissione s è sufficiente sintonizzarsi in FM sui 89,80 mhz o in streaming su www.newradionetwork.com. È possibile, inoltre, scaricare l’ App New Radio Network che consentirà di ascoltare la diretta dal proprio cellulare.

Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina social https://www.facebook.com/parrocchiafalcianocaserta/.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Comunicato Stampa
I comunicati stampa

    Comments are closed.