Lun. Giu 1st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Caserta. L’Archivio di Stato di Caserta aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2019

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Sabato 21 e domenica 22 settembre l’appuntamento

CASERTA. L’Archivio di Stato di Caserta aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2019, in programma sabato 21 e domenica 22 settembre, con la mostra documentaria “Storie di migrazioni. Schiavi, talenti e stranieri in patria”, organizzata con l’Archivio storico della Reggia di Caserta.

Storie di migrazioni.Schiavi, talenti e stranieri in patria.​

Mostra documentaria
21 – 22 settembre 2019

sabato 21 settembre ore 9.00 – 13

domenica 22 settembre ore 9.00 – 13.00 / 15.30 – 19.00

costo del biglietto: sabato e domenica dalle 9 alle 13biglietto ordinario della Reggia; 

domenica dalle 15.30 alle 19.30 1 euro.

prenotazione: nessuna

Storie di uomini in terra straniera e di stranieri in patria.

Documenti che illustrano la condizione dei cittadini di altri paesi giunti nel Regno di Napoli e sotto la corona dei Savoia.

Attraverso le carte in mostra, datate dal XVIII alla prima metà del XX secolo, saranno raccontate le storie di uomini giunti da lontano in Terra di Lavoro, chi catturato e costretto in catene, e chi, su invito reale, acclamato e celebrato per il proprio talento.

Dall’Archivio Storico della Reggia sono tratte le testimonianze di schiavi “maomettani” addetti nella fabbrica del nuovo Palazzo Reale ai lavori più umili e gravosi e forzatamente integrati per mezzo di una conversione imposta al cristianesimo, condizione per la libertà.

Dallo stesso fondo e dallo stato civile napoleonico dell’Archivio di Stato emergono i grandi nomi della politica e dell’arte, ma anche quelli di piccoli artigiani e lavoratori specializzati, provenienti da tutta Europa.

Erano partiti dalla Sardegna, invece, gli operai impiegati all’inizio del Novecento nella costruzione della ferrovia Roma-Napoli, accusati di rubare il lavoro agli abitanti del basso Lazio, allora parte dell’antica Provincia di Terra di Lavoro. L’intolleranza sfociò in gravi episodi di violenza, descritti nei fascicoli della Questura di Caserta, che ricordano vicende tristemente attuali.

Negli stessi anni, operai specializzati partivano dal casertano per occuparsi della costruzione delle ferrovie rumene.

Preziosa la collaborazione degli Archivi di Stato di Napoli e Cagliari e della Biblioteca Universitaria di Napoli, che hanno gentilmente messo a disposizione le riproduzioni di testimonianze provenienti dal loro patrimonio.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close