Dom. Ott 20th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Caserta. ‘L’azzardo non è un gioco’, ieri l’incontro pubblico

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

CASERTA. Ieri sera 26-09-2017 nella Biblioteca Diocesana di Caserta si è tenuto l’incontro pubblicoL’azzardo non è un gioco” – con la presentazione della ricerca-studio a cura CNCA.

E’ stata una intensa occasione di approfondimento e riflessione su un tema che sta diventando una vera piaga sociale, che continua a devastare l’esistenza di tante persone e delle loro famiglie, su cui non vi è ancora adeguata attenzione da parte delle istituzioni.

Gli interventi autorevolid. Armando Zappolini, Coordinatore CNA e della ReteNazionaleMettiamoci in gioco) e del redattore di Avvenire Toni Mira hanno messo a fuoco i dati drammatici che emergono dalle più recenti ricerche in materia, ci hanno aggiornato sulle novità che si sono aperte nel confronto con il Governo e le Regioni. Su questi dati vi alleghiamo una nota sulla ricerca CNCA ed un mio intervento sulla situazione in Terra di lavoro e nella città di Caserta.

Il dibattito è stato arricchito da alcuni interventi e testimonianze sulla situazione a livello provinciale e campano: Emanuela Borrelli, Ufficio Immigrati CGIL Caserta – Alina Mastracchio, Avvocato e Pasquale Riccio,in rappresentanza di Federconsumatori Regionale e Finetica.

La partecipazione delle associazioni più impegnate su questo fronte ha contribuito ad allargare le adesioni alla rete territoriale di Mettiamoci in gioco. Hanno seguito i lavori con attenzione qualificate delegazioni dell’Auser provinciale e cittadina, del mondo dei migranti (dal CIDIS Onlus all’ex Canapificio, dalla Caritas Diocesana a Generazione Migrante), delle ACLI, delle Piazze del Sapere/Aislo Campania, del COASCA e del quindicinale Polis, del Comitato don Diana e della FITEL, dell’UISP con l’autrice del saggio “Le giocatrici”, della casa editrice Melagrana, che in questi giorni ha edito un nuovo volume sul tema delle dipendenze,  edella casa editrice di Avellino, da Finetica alla Federconsumatori, dall’Associazione Leo Amici al Centro di formazione ASCCO, da Coop EVA al settore dipendenze dell’ASL Caserta, dal neonato consorzio Canapa Sativa a Caserta Turismo

Purtroppo si è registrata l’assenza dei sindaci e del comune di Caserta, che era stato invitato anche per dare conto dello stato dell’arte della Delibera sul Regolamento per Azzardo e Ludopatia, approvato prima dell’estate, che rimane ancora bloccato in sede di conferenza dei capigruppo e non riesce ad approdare al varo definitivo che spetta al consiglio comunale.

A cura di Pasquale Iorio                                     Caserta, 27 settembre 2017

Grazie alla partecipazioni ed adesioni al convegno, la rete Casertana di Mettiamociin gioco risulta composta dalle seguenti associazioni ed enti:

Le Piazze del Sapere/Aislo – ACLI Provinciale – Auser Caserta e  Provinciale – AMI (Associazione Matrimonialisti) – Ass. Leo Amici – Caritas Diocesana – Cidis Onlus – Ex Canapificio – Comitato don Diana – Federconsumatori – Finetica – GIT Banca Etica – Unicef Caserta – Fitel e Uisp Caserta – Generazione Migrante – Ufficio Immigrati CGIL – CEARC e CNCA – Polis quindicinale –Consorzi Caserta Turismo e Canapa Sativa – Settore Dipendenze ASL CE e COASCA (da verificare)

 

Open