• Gio. Ott 21st, 2021

Caserta. Opuscolo Un anno per la Campania 2016, dimenticata la Provincia

DiThomas Scalera

Feb 15, 2017


CASERTA. Oltre due settimane fa, le edicole di Caserta furono fornite di numerose copie  dell’opuscolo Un anno per la Campania 2016, edito dalla Regione Campania, con prefazione del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.
L’opuscolo, a dire della Segreteria Cisas, ben fatto e ben curato, di 46 pagine quasi tutte con foto a colori, era messo gratuitamente a disposizione dei cittadini perché conoscessero quanto la Regione aveva realizzato. Gli opuscoli giacciono inutilmente ancora presso le varie edicole senza essere ritirati dai cittadini.
La Segreteria della Confederazione Cisas di Caserta ha avuto modo di leggere attentamente l’opuscolo, che ha ritirato come fa sempre anche per altre pubblicità, ma non ha notato nulla che riguardasse la provincia di Caserta, come Sanità, Trasporti, Edilizia Scolastica, Sicurezza, Lavoro e Viabilità. A tale proposito, non viene menzionata nemmeno la richiesta superstrada Caianello – Benevento che riguarda l’alto casertano del tutto isolato e spesso sollecitata anche dalla Segreteria Cisas.
Ancora una volta, la Provincia di Caserta – contrariamente ai tempi dei battaglieri parlamentari Bosco e Santonastaso – è stata dimenticata. La stessa cosa fece, 15 anni fa, anche il presidente della Regione Bassolino. Al BIT di Milano, nella sua conferenza stampa, parlò di Turismo regionale dimenticando completamente la provincia di Caserta e l’esistenza delle sue bellezze turistiche.
Per la prima volta, partecipava al BIT anche una delegazione del Comune di Caserta, che ebbe un grosso successo col lancio della mela annurca, che conquistò subito i mercatini rionali del milanese.
Dopo Bassolino intervenne  il consigliere comunale Mario De Florio, delegato al Turismo di Caserta. Gli fece notare che Turismo campano non era solo Napoli e Salerno, ma anche Caserta. Elencò quindi le bellezze della Reggia di Caserta, di Casertavecchia, dell’antica Capua, delle montagne del Matese con San Gregorio e del litorale Domiziano con la sua Baia Domizia, perla del turismo europeo.
La Stampa presente riportò positivamente l’intervento del delegato al Turismo casertano pro Caserta, dimenticata dal distratto Bassolino.
A tale proposito, il già delegato Mario De Florio, si augura che la città di Caserta possa essere senz’altro presente alla prossima Borsa Internazionale del Turismo ( BIT ), che si terrà dal 2 al 4 Aprile 2017.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru