• Lun. Ott 25th, 2021

Caserta. Servillo legge Goethe alla Reggia

DiThomas Scalera

Gen 31, 2016

CASERTA – E stata veramente una bella serata quella che si è svolta nella cappella palatina della Reggia di Caserta.

L’associazione Amici della Reggia ha presentato il programma 2016 dell’associazione che coinvolgerà il più importante monumento casertano in una serie di eventi importanti e interessanti.

In prima linea Mauro Felicori che ha ringraziato l’associazione e detto che i grandi musei d’europa, che sono quelli da cui prendiamo esempio, hanno sempre una o più associazioni che li sostengono, e siccome E’ MUSEO IMPORTANTE, è contento che anche la Reggia abbia un partner così vicino e autorevole.

La serata è stata allietata dall’accompagnamento  musicale dei giovani talenti della musica casertana a cura dei Maestri Rosalba Vestini e Filippo Morace, tra i quali abbiamo scoperto anche un talento vairanese (Luigi Giannini), che ha suonato mirabilmente il clarinetto (una passione che dura da, ormai 4 anni), poco prima dell’intervento di Tony Servillo.

Luigi Giannini, giovane talento vairanese del clarinetto
Luigi Giannini, giovane talento vairanese del clarinetto

Dopo l’esibizione dei giovani c’è stato l’intervento tatto atteso di Tony Servillo, casertano doc, che ha ribadito come si “vicino a tutti quelli che vogliono rilanciare il monumento e la città”, facendo i complimenti e un “in bocca al lupo” a Mauro Felicori (chiamato Marco per sbaglio ma a Servillo questo si può perdonare).

Un estratto del suo intervento:

https://www.youtube.com/watch?v=TYCUtU-q_to

E’ stata una splendida serata culturale, merito dell’associazione Amici della Reggia, di sicuro, ma anche della grande ventata di POSITIVITA’ portata da Mauro Felicori sulla Reggia e sulla città di Caserta.

IMG_6790 IMG_6793 IMG_6794 IMG_6798 IMG_6800 IMG_6807 IMG_6808 IMG_6815 IMG_6824

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru