• Mar. Ott 19th, 2021

Caserta. “SportAntenne”, sabato 27 maggio un triangolare di calcio contro il razzismo

DiThomas Scalera

Mag 24, 2017

CASERTA. Sabato 27 maggio alle ore 09:00 allo Stadio “Pinto” di Caserta si terrà un torneo triangolare di calcio che vedrà la partecipazione, in campo e sugli spalti, di tanti studenti degli Istituti Scolastici Superiori di Caserta e provincia. Il torneo, patrocinato dal Comune di Caserta e dalla Casertana FC, presenti entrambi con le rispettive rappresentanze, rientra nell’ambito degli eventi sportivi di sensibilizzazione del progetto “SportAntenne”, promosso da UISP e UNAR e che fa riferimento al Fondo asilo, migrazione e integrazione 2014-2020 del Ministero dell’Interno ed Unione Europea. La UISP opererà in sinergia con l’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali per prevenire e combattere le discriminazioni dirette e indirette fondate sulla razza o sull’origine etnica nei confronti di cittadini di Paesi terzi, valorizzando ed utilizzando la capillare rete dell’Ente di Promozione Sportiva, diffusa su tutto il territorio nazionale.
Per il triangolare antirazzista di sabato sono state selezionate due squadre formate da studenti e studentesse di Liceo Classico P. Giannone, I.S.I.S.S. G. Ferraris, Villaggio dei Ragazzi, Liceo Artistico San Leucio, ITIS-LS Giordani Caserta, I.T.C. Terra di Lavoro – C. Pavese. Le rappresentative studentesche incontreranno la RFC Lions Ska Caserta, progetto calcistico multietnico e di ispirazione antirazzista, nato ormai ben 5 anni fa nel capoluogo, che quest’anno ha partecipato con due compagini differenti al campionato di terza categoria FIGC ed al campionato amatoriale Diglio. La RFC Ska Lions annovera tra le sue fila diversi cittadini di paesi terzi beneficiari dei progetti Sprar gestiti da Arci Caserta sul territorio provinciale ed è in prima linea nella lotta alle discriminazioni razziali, anche sul fronte regolamentare. Infatti, insieme ad altre realtà sportive multietniche italiane, sta portando avanti la campagna “We Want To Play – Nessuno è illegale per giocare a pallone”, volta alla richiesta di modifica e/o abrogazione della normativa federale relativa ai tesseramenti dei giocatori extracomunitari, discriminatoria ed escludente. I casi di discriminazione legati all’art. 40 quater delle NoiF (Norme organizzative interne FIGC) sono già stati segnalati anche alla UISP e all’UNAR nell’ambito del progetto SportAntenne, così come sono stati segnalati anche gli insulti razzisti subiti in alcune occasioni dai giocatori della squadra sui terreni di gioco della terza categoria. In campo anche una rappresentanza di ultras casertani, da sempre vicini alle tematiche antirazziste.
Dopo il torneo di basket antirazzista del mese scorso, che ha coinvolto studenti, arbitri Uisp e Stella del Sud, squadra composta in gran parte da cittadini di paesi terzi beneficiari del progetto Sprar del Csa Ex Canapificio e partner ufficiale del progetto, questa volta sarà il calcio lo strumento di incontro, aggregazione e sensibilizzazione scelto dalla UISP per avvicinare gli studenti e le scuole al tema dell’antirazzismo, della prevenzione e del contrasto alle discriminazioni etniche e razziali.
Per segnalare episodi di discriminazione di stampo etnico-razziale percepiti, diretti o indiretti, vittime e/o testimoni possono rivolgersi al numero dell’Antenna Territoriale Uisp Caserta 3421707337, alla email: [email protected], ovvero al numero verde dell’Unar 800901010.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru