• Sab. Ott 16th, 2021

Caserta. Terra dei fuochi, Zinzi: più mezzi e rimuovere i campi rom

DiThomas Scalera

Set 25, 2015
Gianpiero Zinzi
Gianpiero Zinzi

CASERTA. “Le Commissioni speciali non hanno un ruolo operativo come la Giunta, questo però non deve esimerci dall’assumere un atteggiamento propositivo e dall’attuare una sinergia tra Enti ed istituzioni in modo da favorire l’attuazione sui territori sia delle buone pratiche che delle norme in vigore”. Così il presidente della III Commissione Speciale “Terra dei Fuochi, Bonifiche, Ecomafie”, Gianpiero Zinzi,nell’introdurre l’audizione in Regione con l’incaricato per il fenomeno dei roghi di rifiuti, il prefetto Donato Cafagna.

“La strada per risolvere il problema dei roghi – ha spiegato Zinzi – passa attraverso l’aumento delle risorse a disposizione, in termini di mezzi e di uomini. E’ per questo che chiediamo al Governo un’attenzione ulteriore per questo territorio e per questo fenomeno. Quello dei roghi di rifiuti è un problema che presenta diverse matrici: culturali, sociali ed economiche. Ciascuna di queste va affrontata in maniera diversa e da soggetti diversi. Quanto alla rimozione dei campi rom, è una delle priorità che abbiamo ravvisato dal primo giorno e siamo lieti che il Governatore De Luca sia sulla stessa lunghezza d’onda”.

In conclusione, la puntualizzazione di Zinzi: “Nonostante la richiesta avanzata e protocollata al Presidente del Consiglio regionale, mi dispiace che non sia stato possibile procedere alla diretta streaming dell’audizione. In epoca 2.0 è giusto che a tutti i cittadini sia garantita questa forma di partecipazione e che le istituzioni escano dal ‘palazzo’”.

Presenti alla commissione la vice presidente Loredana Raia, la segretaria Maria Muscarà e i consiglieri: Vincenza Amato, Francesco Emilio Borrelli, Maria Antonietta Ciaramella, Carmine De Pascale, Pasquale Sommese e Giovanni Zannini.

Fonte: Quotidinoitalia.it

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru