CasertaNews

Caserta, truffa all’Asl. Arresti domiciliari per dodici dipendenti

La Procura di Napoli ha accusato 48 dipendenti dell’Asl di Caserta

I reati sono atti illeciti per gli affidamenti degli appalti, per truffa,corruzione,ricettazione,associazione a delinquere,falso, turbata libertà degli incarti e traffico illecito d’influenze
Caserta, arrivano i Nas all’Asl

Caserta. Questa mattina arresti per corruzione all’Asl. I Nas hanno guidato l’operazione e la Procura di Napoli ha gestito l’intervento,diretti da Francesco Greco e guidati dal tenente colonnello Vincenzo Maresca.

Questa mattina la Procura di Napoli ha accusato 48 dipendenti dell’Asl di Caserta per associazione a delinquere, falso,corruzione e truffa. Dodici dipendenti sono agli arresti domiciliari.

L’inchiesta ha portato alla luce atti illeciti nell’affidamento di appalti che vedevano coinvolti anche i pazienti psichiatrici.

Lo scorso Novembre, 22 persone hanno perso il lavoro per l’accusa di truffa del cartellino e nei controlli successivi è emerso che l’Asl aveva concesso degli appalti a determinate ditte per ristrutturazione e gestione del Dipartimento di salute mentale in cambio di denaro.

L’accusa è rivolta alla gestione dei pazienti con patologie psichiatriche non gestiti da un piano terapeutico ed affidate a ditte esterne private gestite dal Dipartimento di salute mentale stesso in cambio di denaro; questi pazienti, ignari della cosa, non sapevano che gli oneri erano a carico dell’Asl.

Si accusano i dipendenti e funzionari dell’Asl,inoltre, di aver affidato il servizio di trasporto ad un’associazione di volontariato in cambio di favori,denaro e di assunzioni di propri familiari.

Ad aggravare la cosa,molti dei soldi disponibili per aiutare le fasce deboli,dovevano servire per progetti volti ad aiutare in questo momento tanto difficile le famiglie in difficoltà, ma così non è stato.

I soldi, infatti, sono serviti per i dipendenti coinvolti per uso personale.

Per ultimo,ma non meno grave, i dipendenti coinvolti in questa scabrosa vicenda hanno usato i fondi pubblici dell’Asl per acquisti privati e sono già colpevoli,come già detto, di allontanamento dal posto di lavoro per svolgere attività personali.

Seguiremo il caso per gli aggiornamenti e per l’evolvesi della situazione ormai già abbastanza chiara sullo sviluppo della vicenda.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marianna D’Antonio
Classe '85. Attivista per la tutela degli animali, avida lettrice ed amante delle serie tv e film d'autore. "Il problema della razza umana e' che gli idioti sono assolutamente sicuri,mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi." Bertrand Russell

Rispondi