• Mer. Ott 20th, 2021

Caserta/Napoli. Eccesso di tumori nella Terra dei Fuochi, Don Patriciello: "Ho il cuore a lutto. Avevamo ragione noi"

DiThomas Scalera

Gen 12, 2016

Patriciello
Don Maurizio Patriciello

CASERTA/NAPOLI. Eccesso di tumori nella Terra dei Fuochi, Don Patriciello: “Ho il cuore a lutto. Avevamo ragione noi”. “Non canto vittoria. Non posso. Non ce la faccio. Ho il cuore a lutto questa sera. Non che mi illudessi del contrario, no. Avrei preferito, però, essere smentito. Avrei voluto dire: «Vi chiedo scusa. Mi ero sbagliato. Vi ho “ allarmato” inutilmente ». Invece… Invece … Invece avevamo ragione noi. Bella consolazione!”. Sono le parole scritte, con dispiacere, da Don Maurizio Patriciello, il parroco di Caivano diventato simbolo e portavoce della rivolta dei cittadini della Terra dei fuochi dopo la pubblicazione dei dati dell’Istituto superiore di Sanità sulla mortalità per cancro nelle province di Napoli e Caserta. “Solo i ciechi, i sordi, i disonesti, gli imbroglioni potevano dire il contrario. Nella Terra dei fuochi ci si ammala e si muore di più di cancro. Accade soprattutto ai bambini. Ai nostri figli. Ai nostri nipotini. Intollerabile. Insopportabile. E questa volta non lo dice un prete. Questa volta a parlare non è “l’emozione” ma la “scienza”. Grazie alle mamme orfane dei loro figli. Grazie al dottor Antonio Marfella. Grazie al quotidiano Avvenire. Grazie alla Polizia forestale. Grazie alla Chiesa campana. Grazie ai medici per l’ ambiente. Grazie ai giornalisti e ai magistrati amanti della verità. Grazie ai nostri meravigliosi volontari. Siamo giunti alla diagnosi. Adesso occorre arrivare alla terapia. Senza perdere altro tempo prezioso”.
Leggi anche: Caserta/Napoli. Eccesso di tumori nella Terra dei Fuochi: l’allarme dell’Istituto superiore di Sanità

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru