• Mer. Ott 27th, 2021

Caserta/Pagani. Truffa ad un’anziana, è la moglie dell’ex sindaco ucciso dalla camorra. Due partenopei arrestati

DiThomas Scalera

Gen 27, 2017

Sono sempre più numerosi i casi di anziani nei cui confronti vengono posti in atto, da esperti truffatori, molteplici raggiri. Solitamente le vittime prescelte sono persone che hanno superato i 70anni. La scelta di truffare gli anziani è dettata dal fatto che essi costituiscono bersagli facili. Infatti, anche nel caso in cui vengono scoperti è possibile gestire, senza difficoltà, una loro eventuale reazione. E’ proprio a tutela di questa fascia di soggetti deboli che l’Arma dei Carabinieri di Caserta ha intensificato i servizi tesi alla prevenzione e repressione di tale tipologia di reato. Al riguardo, nella serata di ieri, i carabinieri della Compagnia di Caserta, coadiuvati dal personale della Tenenza di Pagani, hanno tratto in arresto, in flagranza del  reato di truffa in danno di anziani, due soggetti partenopei. Si tratta di TIPALDI Vincenzo, classe ’70 e di PALLADINI Francesco, classe ’92. Costoro, a seguito di mirato servizio di pedinamento sono stati sorpresi mentre consumavano una truffa in danno di una 79enne di Pagani (Sa), vedova dell’ex sindaco di quel comune, assassinato dalla camorra l’11 dicembre 1980. Nella circostanza i due truffatori hanno telefonato alla vittima e, spacciandosi per il nipote, l’hanno convinta a far consegnare la somma di euro 1.500,00 in contanti a dei corrieri della Bartolini in cambio di un pacco ad egli diretto. L’anziana donna ha, quindi, affidato la somma richiesta alla badante per farla consegnare ai fantomatici corrieri. All’atto della consegna però sono stati bloccati ed arrestati dai Carabinieri. Il denaro è stato restituito alla vittima. Gli arrestati verranno giudicati con rito direttissimo.

 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru