• Dom. Ott 24th, 2021

Caserta/San Nicola la Strada. “Impresud” e “Ecologia Iavazzi”, il Prefetto conferma l'interdittiva antimafia

DiThomas Scalera

Feb 16, 2017

Raffaele Iavazzi

CASERTA/SAN NICOLA LA STRADA. Il Consiglio di Stato ha confermato la legittimità di provvedimenti prefettizi in materia antimafia relativi a: “IMPRESUD s.r.l.” e “ECOLOGIA IAVAZZI s.r.l.”. Infatti, con sentenze nn.rr. 669/2017 e 670/2017 del 14 Febbraio 2017, il Consiglio di Stato ha confermato la legittimità dei provvedimenti emessi dalla Prefettura di Caserta nei confronti delle società “Ecologia Iavazzi s.r.l.” e “Impresud s.r.l.”, dei fratelli Iavazzi Francesco e Raffaele, operanti nel settore dei rifiuti, legittimità già affermata, tra l’altro, in primo grado dal TAR Campania con le sentenze nr. 209 e nr.210 del 14.1.2016. Le società sono state destinatarie di provvedimenti di diniego d’iscrizione nelle “White List” provinciali, di informative interdittive antimafia emesse ai sensi dell’art. 91 del D. Lgs. 159/2011 nonché di provvedimenti di temporanea e straordinaria gestione, questi ultimi emessi ai sensi dell’art.32 comma 10 del D.L. 90/2014, convertito dalla Legge 114/2014, allo scopo di evitare ricadute gravi e diffuse sia sulla continuità dei servizi resi con diversi comuni, indifferibili per la tutela dei diritti fondamentali, sia sulla situazione occupazionale dei lavoratori impiegati nelle società. La società Impresud ha una lunga storia sul territorio cittadino, nonché su numerosi altri comuni casertani. Infatti, la Impresud aveva già una convenzione con l’Amministrazione comunale di San Nicola la Strada a partire dal 29 settembre 2009, in piena era dell’allora sindaco pro-tempore Angelo Antonio Pascariello. Con successiva delibera di Giunta municipale del 13 gennaio 2011, preso atto che la convenzione era scaduta e che il servizio non poteva essere interrotto per evitare ulteriori emergenza che, in precedenza aveva sopportato la Città di San Nicola la Strada, l’amministrazione stabiliva di prorogare l’affidamento del servizio di smaltimento e conferimento all’impianto di trattamento della frazione organica alla Società Impresud, che praticava un ribasso del 3 per cento sul costo a tonnellata praticato al Comune, per tutto la durata del 2011. L’Ente di piazza Municipio, con Ordinanza sindacale nr. 77 del 31 dicembre 2011 (consiliatura Delli Paoli) si affidava alla Impresud per l’espletamento del servizio integrato di igiene ambientale che comprendeva: la raccolta dei rifiuti solidi urbani, la raccolta differenziata cosiddetta “porta a porta”, il trasporto dei RR.SS.UU., oltra al servizio di trasporto dell’umido dal 1° gennaio 2012 e fino al 30 giugno 2012, salvo anticipata assunzione del predetto servizio da parte della GISEC, che, puntualmente, non è avvenuta.
C.S. Nunzio De Pinto

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru