• Gio. Ott 21st, 2021

Castel Morrone. Si dimettono sette consiglieri: sfiduciato sindaco Pietro Riello

DiThomas Scalera

Ott 6, 2015
riello-pietro-nuova
Pietro Riello

CASTEL MORRONE. Un fulmine a ciel sereno così sono state accolte le dimissioni di sette consiglieri comunali che di fatto hanno sfiduciato il primo cittadino Pietro Riello ed hanno aperto una crisi amministrativa al Comune di Castel Morrone che porterà allo scioglimento del Consiglio Comunale. Atto di dimissioni collettive dei sette consiglieri presentato al protocollo comunale dal consigliere Aniello Riello delegato dai dimissionari e che successivamente sono state consegnate al Segretario Comunale per gli adempimenti del caso tra cui la trasmissione al Prefetto.I sette consiglieri che, sedevano sia nelle file della maggioranza che in quelle dell’opposizione, hanno firmato le dimissioni sono Aniello Riello, Antonio Cappiello, Massimo Palmieri, Raffaele Papa, Giovanni Altieri, Cristoforo Villano, Andrea Di Lorenzo, tutti eletti nelle elezioni del maggio 2011.
Laconico il commento del Sindaco Pietro Riello il quale in merito ha dichiarato “non posso fare altro che prendere atto della situazione che si è venuta a creare per mano sia dell’opposizione che da parte di tre consiglieri del mio gruppo. In questi casi ritengo che il silenzio sia d’oro, sarà il tempo ad essere galantuomo.” Ma il primo cittadino morronese rivolgendosi ai suoi concittadini afferma “purtroppo devo però far notare ai cittadini di Castel Morrone che un atto del genere lo ritengo atto di assoluta irresponsabilità, infatti queste dimissioni, che di fatto porteranno allo scioglimento del Consiglio Comunale, si tradurranno in maggiori problemi e maggiori disservizi verso la cittadinanza che purtroppo sarà costretta a pagare le scellerate scelte di chi, sul buon senso, ha fatto prevalere le proprie ambizioni personali ed elettoralistiche dimenticando di tutelare gli interessi della collettività.”
“Noi dell’Unione Civica – spiegano i 4 consiglieri di opposizione – pensiamo che a questo improvviso ravvedimento da parte dei tre esponenti della maggioranza non sia estraneo il flop elettorale di Pietro Riello alle ultime elezioni regionali. Un evento negativo che ha scompaginato una formazione politica del tutto indifferente alle esigenze del territorio di Castel Morrone e dei suoi cittadini e il cui unico collante è stata la gestione spregiudicata del potere. I consiglieri dell’Unione Civica rivendicano questo risultato e in gran parte lo attribuiscono alla loro opposizione, che nel tempo è stata tenace, rigorosa, competente e improntata esclusivamente al bene del nostro paese. Ora è tempo di voltare pagina. Ora è tempo che delle forze veramente democratiche e popolari, senza collusioni col mondo del carrierismo politico e dell’affarismo che lo sostiene e strumentalizza, prendano in mano le sorti del paese. I Morronesi, presenti e futuri, meritano un paese moralmente integro e materialmente adeguato ai tempi”.
“Il PD ha profuso – si legge in una nota – per quattro anni, tutte le sue energie per contrastare la fallimentare gestione del sindaco, e ora ha contribuito a chiudere il percorso dell’amministrazione comunale che era oramai esaurito, per la mancanza di prospettive di sviluppo e per l’incapacità a risolvere anche le più semplici problematiche dei cittadini”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru