• Gio. Ott 28th, 2021

Castel Volturno. Favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione: due arresti. Ecco i particolari

DiThomas Scalera

Giu 12, 2017

CASTEL VOLTURNO. Il 10 giugno, a Castel Volturno, i Carabinieri di Vairano Scalo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura coercitiva che dispone gli arresti domiciliari nei confronti di Salvatore Sarni, nato a Napoli il 02.10.1962 e OSAZEE Sonia, nata a Benin City (Nigeria) il 16.11.1983, ritenuti responsabili, in concorso tra di loro, di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e la sola OSAZEE Sonia anche di violenza privata.
Il provvedimento restrittivo costituisce l’epilogo di un’indagine diretta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, iniziata nel maggio 2016 e terminata nel mese di novembre dello stesso anno. Le investigazioni, operate con l’ausilio di intercettazioni telefoniche e sistemi di localizzazione GPS nonché attraverso servizi di osservazione, controllo e pedinamento, hanno consentito di acquisire gravi elementi di colpevolezza a carico degli indagati in relazione ai delitti contestati. L’indagine era originata dalla denuncia sporta di due donne di nazionalità nigeriana dedite anch’esse al meretricio, le quali rappresentavano di essere vittime di continue minacce poste in essere da OSAZEE Sonia, la quale al fine di non farle svelare alle forze dell’ordine il contesto dì sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione di cui si rendeva responsabile ed allo scopo di farle abbandonare il luogo ove esercitavano il meretricio, le minacciava più volte di morte e di colpirle con dell’acido, così da poter continuare a gestire e controllare, in maniera esclusiva, la prostituzione esercitata in Vairano Patenora. Inoltre, la OSAZEE Sonia aveva il compito di concordare gli appuntamenti tra le prostitute e colui che le accompagnava sul luogo di prostituzione, nel fare da intermediaria tra le donne e l’accompagnatore ed essendo, in generale, referente dell’accompagnatore per i rapporti con le prostitute, ponendo in essere così una oggettiva condotta agevolatile dell’attività di prostituzione in essere.
In tale contesto veniva accertata anche la condotta consumata da SARM Sartore, individuato quale soggetto deputato ad accompagnare – previa retribuzione – in modo stabile giovani prostitute che di volta in volta OSAZEE gli indicava, donne tutte provenienti da nord Africa e domiciliate in Castel Volturno.
Le ragazze venivano così condotte sul loro “posto di lavoro”, sito in località Pantani di Vairano Patenora, ove si prostituivano.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru