AmbienteAntica Terra di LavoroBreaking NewsCastel VolturnoCronaca

Castel Volturno. Smaltimento e combustione illecita di rifiuti speciali: sequestrata un’area

Denunciato il proprietario

CASTEL VOLTURNO. I Carabinieri Forestali sono intervenuti a Castel Volturno, in località “Pinetamare”, a seguito di una segnalazione per un rogo di rifiuti. Giunti sul posto hanno constatato rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi in fase di combustione: pneumatici con cerchioni di mezzi agricoli, rifiuti plastici e ferrosi, raee e onduline in cemento amianto. Successivamente sono intervenuti i vigili del fuoco di Mondragone che hanno assicurato le operazioni di spegnimento, particolarmente difficoltose a causa della tipologia di rifiuti dati alle fiamme, richiedendo anche l’utilizzo di uno schiumogeno.

Le indagini hanno permesso di accertare che in quest’area, stimata in circa 1500 mq, era stato realizzato nel corso del tempo un deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi derivanti dall’esercizio di un allevamento bufalino. I militari hanno sequestrato la zona, totalmente recintata, su cui insisteva un cumulo di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi totalmente combusti, circa 80 mc, denunciando il proprietario del fondo.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.