• Gio. Ott 28th, 2021

Castel Volturno. Svolto il “Mare d’inverno”, Fare Verde Campania: "Plastica e polistirolo i principali rifiuti sulle spiagge"

DiThomas Scalera

Gen 29, 2017


CASTEL VOLTURNO. Continua l’aggressione ai danni delle spiagge italiane, travolte da una grande quantità di plastica e rifiuti vari. La situazione è fotografata dall’associazione ambientalista Fare Verde, con la XXVI edizione della manifestazione nazionale “Il mare d’inverno” svoltasi in questo fine settimana e patrocinata dalla Regione Campania e dalla Provincia di Caserta. C’erano moltissimi rifiuti, ha dichiarato Giuseppe Solla presidente regionale di Fare Verde Campania onlus, nei sacchi raccolti domenica 29 gennaio, dai volontari dell’associazione ambientalista Fare Verde sulle spiagge campane e precisamente nella spiaggia libera di Castel Volturno (CE) e nella spiaggia di Capitello di Ispani (SA). Ingente la quantità di rifiuti raccolti dai volontari, dai cittadini e da altre associazioni: plastica, vetro, tantissimo polistirolo e mozziconi di sigarette, che invadono l’arenile e il mare, inquinando l’ambiente e danneggiando gravemente la fauna marina.
L’operazione di pulizia promossa da Fare Verde, dichiara Solla è stata l’occasione per informare i cittadini sulle possibilità di riduzione dei rifiuti, grazie a un volantino che conteneva informazioni sul ciclo dei rifiuti e alcuni consigli utili per ridurli

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru