Mer. Nov 13th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Castel Volturno. Visita di Matteo Salvini, Pascarella (PD): “L’ennesima presa in giro della Lega”

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

La visita di Matteo Salvini a Castel Volturno ha scatenato molte reazioni

Parla Gianluca Pascarella, esponente del Partito Democratico

CASTEL VOLTURNO. “Non tardano ad arrivare i primi commenti dopo la visita di ieri Giovedì 15 Agosto a Castel Volturno dell’ancora Ministro Matteo Salvini, in piena crisi di Governo. La mattinata è iniziata con non poche scintille all’esterno della Scuola Forestali Carabinieri di Castel Volturno, ove si è tenuto il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, per la presenza di un gruppo di persone giunte sul posto per contestarlo. Tra i cartelli esposti dai manifestanti ecco “Buffone”, “Fascista di m..”, “Lega ladrona, dove sono i 49 Milioni”. E poi ancora uno con su scritto: “Salvini, tieniti le tue ‘bufale’ che non sono buone neanche per farci la maozzarella!”. E poi gli striscioni. Su uno è scritto “Traditore”, su un altro: “Resta fino a stasera, oggi è giovedì, qui si raccolgono l’indifferenziata…”, non in ultimo poi, uno degli slogan intonato e non passato di certo inosservato: la Campania non si lega”. Ho ascoltato attonito le dichiarazioni del Ministro Salvini, che spero rivesti la propria carica ancora per poco, alla conferenza stampa di ieri a Castel Volturno al termine dei lavori del Comitato – ha dichiarato Gianluca Pascarella, esponente del Partito Democratico contattato dalla nostra redazione per un commento a freddo sulla giornata di ieri a Castel Volturno. In un clima surreale – ha continuato – il Ministro dell’Interno alle domande dei giornalisti che gli chiedevano cosa avesse fatto per il territorio rispetto al 2017 quando dichiarava di non avere poteri perché all’opposizione, riferisce di aver avviato con il suo Ministero opere di abbattimento e sistemi di videosorveglianza che chi conosce anche solo un po’ le dinamiche del territorio sa che sono conquiste della passata amministrazione di centrosinistra Russo e del passato Governo del Partito Democratico; nessuna risposta sui 15000 immigrati irregolari; sarà forse perché i rimpatri operati da Salvini, numeri alla mano, sono meno di quelli del Governo Renzi con Alfano alla guida del Viminale. Così come sull’annuncio dei due nuovi termovalorizzatori da costruire in provincia che portarono già qualche mese fa alla prima rottura con il Ministro Costa ed il Governo del M5S. Il leader della Lega, che in questi giorni chiede più inceneritori in Campania per risolvere le difficoltà legate allo smaltimento dei rifiuti, detiene 3.500 azioni ordinarie di A2a, la multi-utility lombarda dell’energia che gestisce il termovalorizzatore di Acerra. Sarà mica perché il Ministro dell’interno ha interessi sui rifiuti in Campania? – chiosa l’esponente del Partito Democratico. L’ennesima passerella e presa in giro da parte della Lega nord per il nostro territorio – conclude Pascarella – dimostrazione di un modo di fare che sta portando nel baratro il Paese per meri interessi di partito e di cui ne sono dimostrazione latente le tante proteste che Salvini ed il suo partito stanno ricevendo nel tour in giro per l’Italia che hanno tradito. Ritengo che sia arrivato il momento di dare basta a chi mette quotidianamente davanti agli interessi della nazione, i propri interessi di bottega. Nessuno slogan mi sembra più appropriato: l’Italia non si lega”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close