• Lun. Ott 3rd, 2022

Catania. Incidenti stradali, nove morti in una settimana in Sicilia

DiThomas Scalera

Ago 4, 2019

Troppi morti si stanno contando sulle strade siciliane

Pietro Crisafulli (A.I.F.V.S. Onlus Catania): “E’ straziante, urge sinergia con istituzioni per combattere fenomeno”

CATANIA. Edoardo, Maria, Salvatore, Paolo, Alessandro, Giovanni. Sono questi alcuni dei nomi delle persone che hanno perso la vita in diversi incidenti stradali avvenuti in Sicilia nell’ultima settimana. Un vero e proprio dramma che ha spezzato i giorni di nove vittime e che viene alimentato, quotidianamente, da tutti coloro i quali si rendono protagonisti di comportamenti poco consoni alla guida e totalmente ignoranti delle regole stabilite dal codice della strada. 

Grande la sofferenza del responsabile di sede di Catania dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada – OnlusPietro Crisafulli, che rilancia un allarme già più volte ribadito sui giornali: “E’ davvero straziante assistere impotenti a quanto sta accadendo sulle strade siciliane. A Catania ed in tutte le province della nostra regione, si registrano sempre più casi che coinvolgono i giovani – afferma il padre di Mimmo Crisafulli, scomparso a 25 anni nel quartiere Barriera di Catania nel 2017 investito da una vettura non fermatasi allo stop -. E’ come se fossimo in guerra, solo che al posto delle armi, ci sono le auto, ovvero mezzi che dovrebbero essere sinonimo di sicurezza. E’ necessario fare qualcosa al più presto, avviare collaborazioni con le istituzioni che, concretamente, possano tramutarsi in progetti incentrati sulla prevenzione e sul rispetto del codice della strada. L’ergastolo del dolore che ogni familiare di una vittima è costretto a vivere deve fungere da monito a chi si mette alla guida dopo aver assunto sostanze stupefacenti o dopo aver bevuto. Basta morti sulle strade”. 

“E’ una scia di sangue infinita”. Così il presidente dell’A.I.F.V.S. – OnlusAlberto Pallotti, parla delle tragedie che si stanno consumando sull’isola. “E’ la dimostrazione evidente – continua – che sulle nostre strade il fenomeno non si è fermato, bensì miete vittime praticamente all’ordine del giorno. Non si tratta di sfortuna, né di casualità. Ci sono delle precise cause scatenanti che non possono essere più ignorate. E’ necessario arginare le distrazioni alla guida. Servono più controlli e le forze dell’ordine – conclude –  devono essere messe in grado di far rispettare la legge”.

Sito web https://www.vittimestrada.eu/

SEZIONE STAMPA ASSOCIAZIONE ITALIANA FAMILIARI E VITTIME DELLA STRADA

PRESIDENTE ALBERTO PALLOTTI 

Per informazioni: albertopallotti@me.com – vittimestradaverona@gmail.com  
Telefono: 392 188 1975 – 339 193 4491Sede legale: via Giuseppe Abba 12 37126 Verona  

Leggi anche:

  1. https://www.v-news.it/orta-di-atella-contrabbando-sequestrate-oltre-2-tonnellate-di-sigarette/

    Sequestrate oltre 2 tonnellate di sigarette ad Orta di Atella

  2. https://www.v-news.it/teano-sessa-aurunca-i-cpi-scrivono-a-di-maio-no-alle-umiliazioni-venga-a-trovarci/

    I CPI scrivono a Di Maio: “No alle umiliazioni, venga a trovarci!”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru