• Ven. Ago 12th, 2022

“C’è un’altra storia – antologia letteraria e artistica femminile” alla Biblioteca Comunale A. Ruggiero

Presentazione del libro di Nadia Verdile, Barbara Bellani e Iolanda D’Angelo alla Biblioteca Comunale A. Ruggiero di Caserta

Sabato 5 marzo alle ore 17 la Biblioteca Comunale A. Ruggiero di Caserta apre le sue porte con la presentazione del libro “C’è un’altra storia – antologia letteraria e artistica femminile” di Nadia Verdile, Barbara Bellani e Iolanda D’Angelo, Pacini Fazzi Editore.

Da scomparse a protagoniste. Ottantadue profili biografici di letterate, ventidue di artiste e poi un’incursione nella storia delle donne, dal medioevo ai nostri giorni, con rimandi alla storia delle musiciste, dei costumi, dei rapporti familiari e dei ruoli sociali.

Da Trotula de Ruggiero a Margherita Sarrocchi passando per Maddalena Campiglia, Arcangela Tarabotti, Evelina Cattermole, Maria Messina, Elisa Salerno e poi Plautilla Bricci, Artemisia Gentileschi, Antonietta Raphaël, Rosalba Carriera, Chiara Spinelli, Ernesta Legnani e una moltitudine di altre intellettuali che hanno fatto la storia della cultura ma sono tutte state cancellate dalla narrazione, scolastica e pubblica.

Ne sono autrici tre studiose casertane, almeno di adozione: Nadia Verdile, Barbara Bellani e Iolanda D’Angelo. 342 pagine, preziosamente illustrate, per i tipi della Pacini Fazzi Editore in Lucca.

«Al piacere di stringere fra le mani una nuova uscita – spiega l’editrice Francesca Fazzi – si unisce con l’edizione di questo volume la precisa responsabilità dell’impegno della sua promozione. Se finalmente c’è un’altra storia da raccontare abbiamo adesso uno strumento valido per farlo, frutto dell’impegno di tre autrici straordinarie che con passione hanno voluto rimboccarsi le maniche per colmare una lacuna che da secoli ci affligge. Adesso tutti potremo prendere in mano questo libro e iniziare a leggere l’altra parte della nostra storia».

Una novità editoriale che è un primato, mai prima d’ora, infatti, era stato dato alle stampe un libro così ricco di profili biografici di intellettuali italiane.

«Da oltre un ventennio – aggiunge Nadia Verdile che questo lavoro ha fortemente voluto – meditavo la scrittura di questo libro. Una congiuntura astrale favorevole ha permesso che il progetto divenisse realtà. Un poker di donne: l’editrice Francesca Fazzi che all’universo femminile da anni dedica attenzione, anche con la Collana “Italiane” che io dirigo, Barbara Bellani e Iolanda D’Angelo, colleghe di studi e passioni, e io. Il libro, nasce dalla volontà di far conoscere qualche astro di un affollatissimo firmamento. Qualche, perché all’appello ne mancano tantissime. Alle stelle viventi pensiamo di dedicare un altro lavoro. C’è anche una carrellata di artiste, anch’esse scomparse dalla storia. Una nota alla lettura. Tutte le artiste e scrittrici riportate in questo libro sono raccontate con il loro cognome e non con quello del marito, una delle violenze più insopportabili a cui l’universo femminile è stato costretto. Perdere il nome è perdere anche se stesse».

Intervengono: Enzo Battara – Assessore alla Cultura Città di Caserta, Lucia Monaco – Consulente Biblioteche e Patto della Lettura Città di Caserta. Parla del libro: Immacolata Nespoli – Dirigente Scolastica Liceo Artistico «San Leucio». Modera: Virginia Crovella – Progetto Biblioteca Bene Comune.

La presentazione, in collaborazione con il Comune di Caserta e il Liceo Artistico San Leucio con il Patto per la lettura della città di Caserta, è realizzata nell’ambito del progetto Biblioteca Bene Comune, sostenuto da Fondazione Con il Sud e dal Centro per il libro e la lettura, per la rigenerazione e la gestione condivisa della Biblioteca A. Ruggiero.

Per partecipare all’evento è necessario presentare il GreenPass rafforzato; non è prevista la prenotazione. Info 3661403238

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa