Dom. Mag 31st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Cellole. Riutilizzo sociale dei beni confiscati: la città partecipa al bando regionale

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Un bene confiscato si trova a Baia Domizia

CELLOLE. La Giunta Comunale di Cellole, presieduta dalla sindaca Cristina Compasso, ha approvato l’atto di indirizzo per la partecipazione all’avviso pubblico della Regione Campania a favore dei comuni per l’utilizzo di beni confiscati per promuovere l’avvio di progetti (start-up) di innovazione sociale ed economica. Un significativo intervento per la valorizzazione ed il sostegno al riutilizzo di un bene confiscato alla criminalità organizzata sito in via delle Agavi a Baia Domizia, acquisito al patrimonio Comunale nel giugno 2019. Saranno finanziati progetti di innovazione ed economia sociale, attraverso un’attività di Co-progettazione tra amministrazioni comunali e soggetti del terzo settore. Un importante segnale di legalità, in un luogo simbolo di potere criminale. Riportare al “bene comune” le ricchezze acquisite in maniera illegale assume il profondo significato di rafforzare le azioni di prevenzione e repressione della criminalità organizzata. 

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close