Lun. Set 23rd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Cellole. Si è dimesso Lauretano, paese in fibrillazione per le elezioni amministrative

2 min read

 

Il sindaco facente funzioni di Cellole Francesco Lauretano si è dimesso dall’incarico. Dopo le dimissioni dei giorni

scorsi di alcuni assessori, il successore pro-tempore del compianto Angelo Barretta ha rassegnato ieri le dimissioni in

vista dell’imminente appuntamento elettorale. Lo steso Avv. Lauretano attraverso un post sul social network Facebook ha spiegato e commentato la sua decisione. “Ho rassegnato le dimissioni da sindaco facente funzioni.
L’assenza di un clima disteso nel gruppo di maggioranza impone una scelta non certo facile ma meditata. Il senso di responsabilità e il rispetto del mandato elettorale mi hanno dato la forza per andare avanti in questi mesi. L’amministrazione pubblica impone presenza, lavoro quotidiano e assunzione di responsabilità.  Io rispondo e risponderò per tutto quanto ho potuto fare per le deleghe che sono state di mia competenza.  Tanti gli obiettivi raggiunti. Ci saranno le occasioni per parlarne. È stata una esperienza straordinaria, si torna alla politica, chi ha passione politica può impegnarsi per i cellolesi, per il nostro territorio e per il rilancio dell’economia.  Cellole ha bisogno di amministratori che si impegnano quotidianamente mettendo le proprie competenze, esperienze professionali e lavorative al servizio della collettività”, così si è espresso Lauretano sul social facendo capire chiaramente come la battaglia per sedere sullo scranno che fu di Barretta è in pieno svolgimento. Tanti i nomi che stanno venendo alla ribalta della cronaca per la successione all’incarico di primo cittadino e tra questi lo stesso Lauretano potrebbe avere ancora un ruolo chiave e far convergere le posizioni di diverse fazioni oggi separate e contrapposte. 

 

LEGGI ANCHE:

Marcianise. Velardi getta la spugna, il sindaco si dimette: “Sognavo un altro mondo, una utopia”

Sessa Aurunca/Cellole. Patogenesi dell’omicidio di una Istituzione. Seconda parte del Reportage sul CAB

 

Open