• Mar. Ott 26th, 2021

Cellole. Sistemazione del guardrail sul cavalcavia, ancora nulla di fatto

DiThomas Scalera

Mar 7, 2017

CELLOLE. La Segreteria della Confederazione Cisas, ritorna sull’argomento della sistemazione del guardrail sulla strada di accesso al Comune di Cellole, completamente distrutto da anni e non ancora sistemato, nonostante l’evidente pericolo.
Il caso fu anche segnalato più volte ai vari Presidenti dell’Ente Provincia, proprietaria della strada di accesso al Comune di Cellole. Venne  evidenziata l’urgente necessità di ripristinare il guardrail sulla rampa di accesso del cavalcavia ferroviario per evitare ogni pericolo.
Il tratto di strada provinciale  – comunale, tra l’altro super trafficato anche per la vicinanza del cimitero, è stato oggetto di numerosi incidenti stradali, alcuni anche mortali.
La pericolosità del suddetto tratto stradale è stata continuamente evidenziata anche dalla Confederazione Cisas, a seguito di segnalazioni allo Sportello del Cittadino – Cisas.
La caduta di qualche auto dal cavalcavia, potrebbe provocare una strage, causa gli immobili sottostanti, tutti regolarmente abitati.
 
A seguito di sollecitazioni, sono state poste delle segnalazioni in plastica color rosso.
Per risolvere l’annosa  questione, fu anche consigliata  la nomina di un Commissario ad Acta.
Ultimamente si è anche verificato un altro abbattimento del restante rudere di guardrail al lato sinistro della strada di accesso, ma tutto è restato come prima.
Anche in previsione dell’aumento notevole di traffico in vista della nuova stagione balneare, la Cisas  chiede di dare inizio ai lavori per la installazione dei guardrail, così come si sta facendo nel Comune di Cellole per rendere più sicure e meglio trafficabili alcune strade interne.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru