• Sab. Lug 2nd, 2022

L’imprenditore di Pietramelara presente alla XIX edizione del Forum Cdo Agroalimentare

CERVIA/PIETRAMELARA. Il 28 e 29 gennaio, presso il Palace Hotel di Milano Marittima a Cervia, in provincia di Ravenna, si è tenuta la XIX edizione del Forum Cdo Agroalimentare, appuntamento per addetti del settore, per discutere di innovazione e del futuro del comparto agricolo. Consumi, mercati, innovazione, aggregazione e sostenibilità sono stati al centro della due giorni congressuale. Nel Forum di Cdo Agroalimentare, che si svolge nel mese di gennaio di ogni anno, vengono messe a tema le problematiche di attualità del mondo agroalimentare, con la partecipazione di politici, imprenditori e professori universitari. Si tratta di un evento a numero chiuso con iscrizione obbligatoria, con pubblicazione finale degli atti.

Tra i partecipanti anche Davide Letizia del caseificio San Salvatore di Pietramelara. L’imprenditore pietramelarese è intervenuto nel corso della sezione dedicata a ‘Come far crescere l’imprenditorialità e il valore dei prodotti’. “Siamo partiti da 2 ettari di terra, andando poi verso il settore bovino e bufalino. Il primo caseificio era una stanza. – dichiara Letizia – Oggi alleviamo 3000 bufale e gestiamo oltre 500 ettari. Facciamo agricoltura bio dal 2000 perché ci dovevamo distinguere ulteriormente rispetto alla Dop. Lavoriamo un solo prodotto, la mozzarella di bufala, ma la differenziano in 500 referenze. Fare l’imprenditore in Campania richiede il doppio dello sforzo perché non c’è organizzazione e aggregazione ma abbiamo anche un territorio e esperienze da poter vendere”. Un’esperienza importante per l’imprenditore di Pietramelara, che dà rilevanza pure al settore agroalimentare dell’alto Casertano.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale