Lun. Mag 25th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Cervino. “Solidarietà Cervinese”, ieri il seminario sul nuovo Servizio civile

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

CERVINO. Si è tenuto ieri (giovedì 9 novembre), nella sala teatro “Padre Serafino” della chiesa Santa Maria delle Grazie a Cervino (Caserta), il seminario “Saltaci dentro. Giovani: energie di comunità e di futuro”, organizzato dall’associazione “Solidarietà Cervinese” in collaborazione con l’assessorato alla politiche sociali della Regione Campania.

L’obiettivo dell’incontro era informare gli enti attuatori sulle novità riguardanti il Servizio civile Universale, introdotto dalla legge numero 40 del 2017. «Abbiamo voluto – ha detto Antimo Rivetti, vicepresidente di “Solidarietà Cervinese”, introducendo il tema dell’incontro – questo incontro per il momento epocale che stiamo vivendo con il passaggio dal Servizio Civile Nazionale al Servizio Civile Universale».

Dopo le testimonianze di Servizio civile da parte di alcuni giovani provenienti da Caiazzo, Praiano, San Marcellino e Cervino, il saluto di Camillo Cantelli, presidente del Csv Asso.Vo.Ce. («Il servizio civile è un’esperienza che consiglio a tutti, un luogo in cui ci si sente cittadini, dove si cresce e si acquisiscono competenze utili nella vita. E’ un passaggio di crescita. Oggi è difficile avvicinare giovani al volontariato ma il Servizio civile è una strada») e Domenico Tartaglia, assessore del comune di Gallo Matese («Anche noi siamo pronti a percorrere questa strada»), una serie di slide ha illustrato le novità previste dal nuovo Servizio civile universale: settori di intervento; progettazione su base triennale; una riserva di partecipazione a persone con minori opportunità; possibilità di svolgere tre mesi all’estero o di tutoraggio per acquisire competenze da spendere poi sul mercato del lavoro; riconoscimento e valorizzazione delle competenze acquisite.

Temi approfonditi poi da Beatrice Zeoli, della direzione generale dell’assessorato alle politiche sociali della Regione Campania, e Mariaelena Cortese, responsabilità regionale in materia di Servizio civile. «Sono queste le occasioni che ci danno la forza di andare avanti», ha detto Zeoli. «Il Servizio Civile Nazionale – ha proseguito Cortese – ha funzionato talmente bene da dare al Governo la possibilità di migliorarlo con i suggerimenti ricevuti. La Campania è la seconda regione d’Italia per numero di progetti e di volontari impiegati. Oggi sono 6mila quelli in servizio: un risultato possibile grazie alla sinergia con gli enti locali. Da questi dodici mesi bisogna trarre il massimo».

C.S.

SOLIDARIETÀ CERVINESE  – SCHEDA

“Solidarietà Cervinese” è un’associazione di volontariato costituita nel 2007 con l’obiettivo di sostenere e promuovere le pratiche del volontariato a favore di soggetti deboli, facendo particolare attenzione all’integrazione inter-generazionale, alla prevenzione del disagio minorile e giovanile e alla promozione della cittadinanza attiva.

Si propone di facilitare l’inclusione dei giovani alla vita associativa ad ogni livello favorendone la partecipazione in ogni attività. A tal fine si è attivata nella realizzazione di interventi di socializzazione e partecipazione attiva di minori e adolescenti attraverso la creazione di autentici spazi e momenti di liberazione ed autonomia inter-individuale.

E’ promotrice di attività quali laboratori teatrali e musicali, cineforum, dibattiti, corsi di formazione, momenti dedicati alla lettura e tornei sportivi che rendano protagonisti i giovani.

Per maggiori informazioni

www.solidarietacervinese.net

[email protected]

Le foto:

1

2

3

Leggi anche:

Caserta. Centro d’accoglienza “Il Bozzolo”, domani l’inaugurazione

 

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close