Gio. Apr 2nd, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Cinema: nel 2019 crescono incassi e presenze

1 min read
Per il 2020 le aspettative sono più che positive grazie a Checco Zalone
EVENTI IN EVIDENZA

Per il 2020 le aspettative sono più che positive grazie a Checco Zalone

Che il cinema stesse vivendo un momento particolarmente positivo era facilmente intuibile. Nell’ultimo anno è aumentata la quantità e soprattutto la qualità delle produzioni.

Le sale cinematografiche sono tornate a riempirsi e tra gli addetti ai lavori e gli appassionati si è tornata a respirare un’aria di entusiasmo ed ottimismo. A confermare i dati positivi al box office italiano per il 2019 ci ha pensato l’Anica – l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali.

Il suo presidente – Francesco Rutelli – ha dichiarato: <<ll 2019 è stato un anno decisamente positivo. Il cinema ha finalmente ritrovato il giusto feeling con il grande pubblico nelle sale cinematografiche”.

I dati assumono un valore ancora maggiore se rapportato all’epoca in cui viviamo. Oggi i film si possono vedere in streaming nello schermo del computer o – ancora più comodamente – dello smartphone mentre vai al lavoro o mentre sei in fila dal medico.

Ma le emozioni che dona il grande schermo sono ben diverse. Vedere un film insieme ad altre 100 persone, nella tua poltroncina con il tuo sacchetto di pop corn è una sensazione che nessuna piattaforma digitale è in grado di offrire.

E i numeri lo confermano: nel 2019 si sono incassati 635.449.774 euro per un numero di presenze in sala pari a 97.586.858. La crescita degli incassi è stata del 14,35% in più rispetto al 2018.

Le presenze sono aumentate del 13,55% rispetto all’anno precedente

Sono aumentate le produzioni italiane ma è cresciuta anche la quota del cinema statunitense con un risultato sul totale del 65,16% rispetto al 55,57% del 2018.

In totale nell’anno 2019 in Italia sono stati distribuiti 495 film di quella che si definisce “prima programmazione”. 85 sono stati i cosiddetti “contenuti complementari” (eventi, edizioni speciali e riedizioni). Più di un terzo di questi film è stato di produzione o coproduzione italiana.

I film distribuiti in formato 3D sono stati 27. Tutto questo nelle 3.542 sale cinematografiche distribuite lungo il nostro paese. I cinema veri e propri sono 1.218, di cui più della metà sono monosale. I cinema con più di sette sale sono “solo” 131.

Tra i titoli, a fare la parte del leone è stato – manco a dirlo – Il Re leone che ha incassato 37,5 milioni di euro, seguito da Avengers: Endgame con 30 milioni e da Joker con 29,3 milioni di euro.

Il film italiano che ha incassato di più nel 2019 è stato, invece,  Il primo Natale di Ficarra e Picone con 13,3 milioni, seguito da Pinocchio e da 10 giorni senza mamma.

Per il 2020 le previsioni sono più che incoraggianti per il cinema in Italia

Ad oggi siamo già a +24 milioni rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando però non era “uscito” il fenomeno Zalone che con il suo “Tolo Tolo” sta facendo registrare “sold out” ovunque venga proiettato.

La speranza è che nell’anno in corso ci siamo più “pellicole” di qualità e che parlino il linguaggio della gente comune. Questo per dimostrare definitivamente che piattaforme come Netflix non hanno ucciso le sale cinematografiche. Ma hanno solo contribuito a creare delle valide alternative per gli amanti del cinema. Soprattutto per quelli più pigri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close