• Dom. Set 19th, 2021

Cinema, nel 25° anniversario della morte di Massimo Troisi arriva l’oscar alla carriera per Lina Wertmuller

La settima arte ricorda Massimo Troisi e festeggia Lina Wertmuller: tante le iniziative in programma a Napoli ed in Campania

Il 4 giugno 1994 viene ricordata come una data molto triste non solo a Napoli ed in Campania. Tutti gli appassionati di cinema e di spettacolo, in Italia e nel mondo ricordano il giorno in cui, a soli 41 anni moriva prematuramente il Grande Massimo Troisi.

E da quel giorno i paragoni con Totò si sprecano. Attore di indiscusso talento, innovativo e malinconico seppe sapientemente miscelare commedia e tragedia.

Tra i suoi tanti capolavori, da citare sicuramente “Il Postino”. Il film ricevette cinque candidature all’Oscar. Candidature purtroppo postume perché l’artista morì immediatamente dopo la fine delle riprese del film.

E proprio nel giorno in cui ricade il 25° anniversario della dipartita del “comico dei sentimenti”, L’Academy of Motion Picture Arts & Sciences annuncia  che durante la prossima edizione della notte degli Oscar, sarà assegnata la rinomata statuetta “alla carriera” alla regista e sceneggiatrice italiana Lina Wertmuller.

A 90 anni suonati, arriva un riconoscimento strameritato per una grande artista, ma soprattutto grande donna italiana. Nel 1977 – lo ricordiamo – è stata la prima donna candidata all’Oscar come miglior regista per il famoso film “Pasqualino sette bellezze”.

Ad unire simbolicamente Troisi e la Wertmuller è sicuramente Napoli.

Massimo non ha mai nascosto le sue origini, ostentando “napoletanità” nel linguaggio, nei personaggi e soprattutto nei suoi film.

Lina ha più volte dichiarato il suo amore per la città del Vesuvio, tanto che anche il Sindaco De Magistris, appresa la notizia ha twittato:

“Complimenti alla cittadina onoraria di Napoli Lina Wertmuller per l’Oscar alla carriera, riconoscimento meritatissimo per la sua straordinaria bravura di regista, per la sua capacità di raccontare, in maniera unica e originale, soprattutto il Sud più autentico e profondo”.

Lina Wertmuller è pure Presidente onorario dell’Istituto Capri nel Mondo, ente che organizza il celebre festival cinematografico “Capri Hollywood”. La regista è anche praticamente di casa ogni anno sull’isola verde nell’ambito dell’Ischia Film & Music Global Fest.

Ma Napoli non è solo Capri e Ischia, anzi, tornando a Troisi, Napoli è San Giorgio A Cremano. Comune piccolo dell’hinterland partenopeo che ha dato i Natali ad uno dei più grandi attori del cinema italiano.

E proprio a San Giorgio si aprirà nei prossimi giorni la serie di iniziative per ricordare  Massimo.

Si parte con “Da Massimo in poi…” una serie di incontri e proiezioni all’ombra del Vesuvio, per concludersi il 22, 23 e 24 giugno prossimi con tre grandi eventi a Piazza Del Plebiscito. Qui si omaggerà Massimo ed allo stesso tempo si festeggerà il 40° compleanno della “Smorfia”.

A dare questo annuncio è direttamente Lello Arena, attore napoletano amico di Massimo e componente insieme a quest’ultimo e ad Enzo De Caro del celebre trio che “sconvolse” il teatro ed il cabaret italiano degli anni 80.

Dopo l’estate, infine, il museo PAN di Napoli allestirà al suo interno lo studio in cui Massimo Troisi lavorava e creava i suoi capolavori.

L’iniziativa è organizzata dall’assessorato alla cultura del Comune di Napoli. La stessa è stata resa possibile grazie ad una donazione degli eredi di Massimo che hanno deciso di “rendere pubblici” divani, scrivanie, quadri, lampade e suppellettili vari appartenuti e “vissuti” dall’attore.

L’esposizione sarà, infatti, permanente e liberamente visitabile all’interno del museo di Via Dei Mille anche grazie alla collaborazione dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. Quest’ultima ricostruirà fedelmente l’ambiente e l’atmosfera in cui l’artista ideava e realizzava i suoi progetti.

Leggi anche:

Giornata mondiale dell’ambiente: 7 milioni di persone muoiono per l’inquinamento atmosferico

Dark Phoenix è un film bellissimo. Gli X-men tornano a casa?

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru